ADDIO TOTO'

Palermo, l’ultimo saluto a Totò “Rambo”: cori e fumogeni per lo storico capo Warriors

Palermo
Ieri i funerali e l'omaggio al Barbera da parte di tutte le tifoserie organizzate

Mediagol ⚽️

Un centinaio di persone, con in testa il capo dei Warriors, Sesto Terrazzini, hanno reso omaggio a Salvatore Nocilla meglio conosciuto come "Totò Rambo". Sul piazzale del "Renzo Barbera" accompagnando il feretro fino ai bordi del campo mentre dalla curva Nord

campeggiava la scritta "Ciao guerriero". Ha avuto un funerale da ultrà, l’ultimo saluto a "Rambo" è stato allo stadio con i cori e il lancio di fumogeni che hanno reso omaggio a uno dei leader storici della tifoseria rosanero, stroncato prematuramente all'età di 57 anni a causa di una grave infezione.

Il corteo si è poi spostato presso la chiesa di San Giuseppe con la piazza di Passo di Rigano colma di persone e con la presenza di tanti gruppi organizzati: Curva Nord12, Ucs, Vecchia Guardia, Warriors, Club Pitrè, Palermo Ultrà, Cni, Seguaci, Alcolici, RosaneroGirls, Old Style, oltre ai rappresentanti degli ultras di Catania e Messina che hanno voluto essere presenti per dare l'ultimo addio a "Rambo", tra le figure più apprezzate dai tifosi del Palermo. Alla celebrazione liturgica ha preso parte anche una delegazione del Palermo FC composta dal responsabile della comunicazione, Gaetano Lombardo, dal capitano Roberto Floriano e dal palermitano doc Andrea Accardi.

Anche i rivali del Catania hanno voluto rendere onore all’avversario di tante con uno striscione esposto all’esterno del "Massimino": "Un ultras non muore mai, ciao Rambo". "Totò" era ai vertici dei Warriors già nel 1987, l’anno della rinascita dopo la radiazione, quando con il megafono in mano, dirigeva il tifo tirando la volata della compagine allora guidata da Caramanno. Proprio durante una di quelle partite nacque il gemellaggio con gli ultras del Siracusa che gli hanno dedicato un post su Facebook pubblicando la foto di quelle sfide: a ricordare "Rambo" sono state anche le tifoserie di Padova, Roma, Bologna, Genova, Cosenza, Napoli, Messina, Lecce e Cesena.

La sua curva, in occasione del match de Barbera Palermo-Ascoli - andato in scena sabatosera, aveva esposto uno striscione di incoraggiamento: "Rambo non mollare!". Anche i tifosi del Padova, squadra gemellata con i rosanero, avevano dedicato una striscione allo storico esponente della Curva Nord: "Non mollare Warrior. Forza Totò!".

tutte le notizie di