Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

Le quattro mosse

Palermo, le quattro mosse per agguantare la vetta: dalla duttilità di Filippi a Odjer

Palermo, le quattro mosse per agguantare la vetta: dalla duttilità di Filippi a Odjer

L'assalto del Palermo di Filippi al primo posto del Girone C di Serie C (momentaneamente occupato dal Bari) in quattro mosse

Mediagol (nic) ⚽️

"Dal nuovo modulo alla difesa, 4 mosse per scatenarsi", titola così l'edizione odierna de "La Gazzetta dello Sport" che punta i riflettori sui dieci punti fatti dal Palermo di Filippi nelle ultime quattro gare disputate nel Girone C di Serie C. I rosanero, dopo la vittoria maturata in quel di Andria e a seguito della debacle del Bari contro la Juve Stabia, hanno ridotto il gap dai Galletti portandosi a meno quattro punti dagli stessi.

"La duttilità di Filippi chiave di volta", questo il primo aspetto messo in luce dal noto quotidiano. "Dal 3-4-2-1 nella vittoria con il Francavilla al 3-5-2 che ha portato alla vittoria nell'ultima gara. Nel mezzo, due match, con Avellino e Vibonese, in cui la squadra è stata ridisegnata sul 4-3-1-2", si legge sulla Rosea. L'adattabilità dei singoli interpreti rosanero alle richieste del tecnico di Partinico fa sì che questa stessa possa diventare un fattore chiave nel corso del campionato di C.

"Solo il Monopoli tiene il passo dei rosanero", evidenzia il noto quotidiano. Nelle ultime quattro sfide valide per il Girone C di Lega Pro, infatti, solamente la squadra allenata da Colombo ha tenuto il passo dei rosanero collezionando dieci punti proprio come la banda targata Filippi. La franchigia siciliana sembra stia trovando quella continuità che all'inizio della stagione mancava e che potrà, indubbiamente, rivelarsi decisiva a lungo andare.

"Odjer è tornato a brillare a centrocampo", sottolinea "La Gazzetta dello Sport" che punta i riflettori sulle prestazioni sfoderate dal centrocampista del Palermo. Gli uomini imprescindibili della compagine rosanero sono indubbiamente Brunori e Valente ma Filippi, adesso, può contare sull'affidabilità di Marconi, reinventato centrale del terzetto difensivo, e sulla ferocia del giovane Buttaro.

"L'altro dato che balza agli occhi negli ultimi quattro incontri, è la tenuta difensiva a prescindere dal sistema di gioco impiegato", chiosa la Gazza. Il Palermo ha, infatti, subito meramente due gol nelle ultime quattro uscite in campionato, di cui uno arrivato da un calcio di rigore inesistente fischiato a seguito della plateale simulazione di Plescia nel match in cui i rosanero hanno pareggiato contro l'Avellino.