Palermo, il tackle di Tedesco: “Sagramola ammetta il fallimento sportivo, i tifosi amano chi merita. Foschi…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex calciatore del Palermo

“Dopo tanti anni in giro vorrei mettermi in discussione e ripartire dal campionato italiano. Al di là della categoria vorrei una chance e un bel progetto. Vedremo”.

Parola di Giovanni Tedesco. Idolo della tifoseria rosanero e profilo stimato a livello trasversale sul piano umano e professionale. Quattro anni intensi all’ombra del “Barbera” nelle vesti di calciatore, una breve parentesi da tecnico a referto nel corso dell’era Schelotto. Leader carismatico e giocatore simbolo, Tedesco è tornato a parlare del rendimento degli uomini di Giacomo Filippi, che hanno concluso la regular season al settimo posto. Ma non solo…

“Sono stato tirato in ballo da Sagramola: ha detto che gli ex non facevano valutazioni positive perché volevano entrare nel castello. Da me non ha mai ricevuto una telefonata per allenare il Palermo – ha dichiarato l’ex centrocampista del Palermo, intervistato ai microfoni di ‘TuttoMercatoWeb’ -. Sono un tifoso del Palermo e faccio calcio da trent’anni. Il Palermo non può arrivare settimo in Serie C. Sarebbe stato meglio assumersi le responsabilità del fallimento sportivo. Ha detto che i tifosi devono ragionare con la propria testa: nessun tifoso meglio di quello del Palermo sa amare le persone che meritano. E poi nel Palermo che giocava a grandi livelli ricordo che lui stava in ufficio: il riferimento di noi calciatori era Rino Foschi, non certo Sagramola”, ha concluso.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. spargi49 - 2 settimane fa

    Trovo inopportuno in questo momento così delicato per tutto l’ambiente rosanero che Tedesco alimenti la polemica con la dirigenza,vero non siamo contenti al massimo pero c’è ancora da lottare,alla fine si potrà criticare, recriminare ma sempre amare i colori rosanero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy