Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

palermo

Palermo, il mistero Marong: da insostituibile a panchinaro, la discesa del gambiano

Palermo, il mistero Marong: da insostituibile a panchinaro, la discesa del gambiano

Il difensore gambiano è passato dall'essere una pedina insostituibile ad avere pochissimo minutaggio sul campo

⚽️

"Nel Palermo costretto a ridisegnare la propria difesa di settimana in settimana, Marong non riesce a ritagliarsi uno spazio". Recita così l'edizione odierna del Giornale di Sicilia, che punta i riflettori in casa Palermo ed in particolare sulla complessa situazione intorno a Buba Marong. Il difensore gambiano è stato coccolato da società e tecnico fin dall'inizio della pre-season, con un minutaggio degno di nota negli impegni amichevoli e la fiducia ribadita da tutta la dirigenza con la firma sul rinnovo contrattuale. I presupposti per la stagione della consacrazione si erano presentati tutti, fino all'arrivo del duro verdetto del campo che ha emanato l'ardua sentenza tattica e relegato il difensore ad un utilizzo con il contagocce.

"Di fatto il difensore classe 2000 è finito in fondo alle gerarchie dell’allenatore, che ha preferito finora provare altre soluzioni". Prosegue così il quotidiano, che spiega come nel prossimo impegno casalingo di Serie C contro il Foggia - nonostante la squalifica di Buttaro Marong non dovrebbe trovare spazio, con Giacomo Filippi che starebbe addirittura pensando di optare per la difesa a quattro con due tra MarconiLancini Perrotta a farne da perni centrali. Da piacevole sorpresa dello scorso campionato ad oggetto misterioso e panchinaro del tecnico che lo ha lanciato. I limiti tecnici venuti a galla nella primissima parte di stagione hanno, evidentemente, costretto l'allenatore nativo di Partinico a fare altre scelte, in attesa di una maturazione del giocatore sotto molteplici profili che possa consentirgli di riacquistare il minutaggio che aveva tanto impressionato tutto il mondo rosanero.

tutte le notizie di