Palermo, il “Barbera” terra di conquista: in Serie C mai un bilancio così negativo

Sono già cinque le sconfitte rimediate in casa dal Palermo

“Palermo, il ‘Barbera’ terra di conquista”.

Titola così l’edizione odierna del “Giornale di Sicilia”, che punta i riflettori sulle gare disputate dal Palermo fra le mura amiche dello Stadio “Renzo Barbera”. Il fortino di una volta non esiste più: la compagine rosanero, infatti, ha perso fin qui un terzo delle partite casalinghe. Contro la Juve Stabia è arrivata la quinta sconfitta al “Barbera”. “Qualcosa che i rosanero, in terza serie, non avevano mai visto prima”, si legge.

Sono in totale dieci i ko stagionali (peggio il Palermo aveva fatto solo nella stagione 1997-98). E metà sono arrivate proprio in casa, dove nel 2021 Alberto Pelagotti e compagni hanno vinto soltanto una volta. Ad aver sbancato il “Barbera” sono state Avellino, Turris, Virtus Francavilla, Catanzaro e Juve Stabia. “Il fattore campo, in questa categoria, è sempre stato una certezza”. Anche per la squadra retrocessa nel 1998 in C2 dopo il play-out con la Battipagliese: il Palermo di Arcoleo aveva collezionato sette vittorie, otto pareggi e appena due sconfitte casalinghe, a fronte di un rendimento esterno tutt’altro che positivo (undici le sconfitte).

Solo in Serie A, nella stagione 2016-2017, il Palermo ha fatto peggio: dodici i ko interni (nove in quella precedente). “Ma quello era un Palermo che giocava in massima serie e lottava per salvarsi, riuscendoci all’ultima giornata nel migliore dei casi, oppure retrocedendo mestamente ad aprile”, prosegue il noto quotidiano. Il Palermo di Iachini, nella stagione 2014-2015, è arrivata proprio a cinque sconfitte casalinghe. Maturate, però, contro squadre del calibro di Lazio, Juventus, Milan, Atalanta e Fiorentina. Poi, nel 2000-01, su sei sconfitte, solo una è giunta in casa. Idem nel 1989-90. Nel 1999-00, su otto sconfitte, solo due sono arrivate al “Barbera”, così come nel 1998-99. Nel 1992-93, quattro le sconfitte arrivate in tutto, una in casa. Nel 1990-91, sei sconfitte tutte esterne. Nel 1988/89, cinque ko tutti esterni, come nel 1984/85.

Ma non solo; il Palermo di Roberto Boscaglia prima e di Giacomo Filippi poi, da ben sette partite casalinghe subiscono almeno un gol. “Senza dimenticare che, in 120 anni di storia, mai sono state subite quattro reti in una singola partita interna in terza serie”, conclude.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy