Palermo, chi sta davanti è un tabù: zero vittorie contro le prime otto. I numeri

Il Palermo si appresta ad affrontare Ternana e Avellino

“Chi sta davanti è un tabù, mai un successo con le prime otto”.

Titola così l’edizione odierna del ‘Giornale di Sicilia’. Fra poco più di ventiquattro ore, il Palermo affronterà la capolista del torneo: la Ternana di Cristiano Lucarelli. Poi, domenica, la compagine rosanero farà visita all’Avellino. “Un ciclo terribile, non tanto per il livello delle avversarie, quanto perché i rosanero finora non sono mai riusciti a vincere contro chi si trova attualmente ai primi otto posti della classifica”, si legge.

Nel corso della stagione corrente, Alberto Pelagotti e compagni non sono mai riusciti a battere le formazioni che al momento li precedono, nonostante le buone prestazioni offerte contro le prime due della classe. E soprattutto non sono mai riusciti a segnare più di un gol. Il bilancio, dunque, è tutt’altro che positivo: nessuna vittoria, cinque pareggi e quattro sconfitte.

Le sconfitte sono arrivate contro Teramo, Avellino, Foggia e Turris; gare in cui gli uomini di Roberto Boscaglia non hanno segnato neanche una rete. I rosanero sono riusciti a timbrare il cartellino, invece, contro Bari e Teramo (Lucca) e contro il Catania (Kanoute), mentre gli altri punti sono stati conquistati contro Catanzaro (gol di Almici con deviazione di Evacuo) e Ternana, nel match d’andata terminato 0-0. “Una sequela di partite che hanno inciso sul rendimento del Palermo in questa stagione, ma Boscaglia spera in un’inversione di tendenza proprio dinanzi alla capolista”, conclude il noto quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy