Palermo, centrocampo da rifare e giocatori in scadenza da valutare. Ecco chi potrebbe rinnovare…

Palermo, centrocampo da rifare e giocatori in scadenza da valutare. Ecco chi potrebbe rinnovare…

Mediagol.it vi propone un estratto di un articolo pubblicato quest’oggi da ‘La Repubblica’: “L’idea è quella di costruire un Palermo che…”

“Sarà un Palermo giovane, fatto in casa e ambizioso quello di Pasquale Marino”.

Apre così l’odierna edizione de ‘La Repubblica’. D’altra parte, la nuova proprietà del club rosanero per cercare di centrare l’obiettivo promozione in Serie A già nella prossima stagione, ha già fatto intendere di voler puntare su una squadra giovane e fresca, così da rilanciare i ragazzi palermitani.

“Il direttore generale Fabrizio Lucchesi e il nuovo tecnico hanno già iniziato a mettere nero su bianco quello che serve alla squadra che fra circa un mese partirà per il ritiro. E l’ obiettivo è quello di mandare a sostenere la preparazione precampionato ( in una sede ancora da scegliere fra le tante che hanno rapporti con Arkus Network, forse in Sila) con una rosa più completa possibile. Nessuno si illude che sarà un’ operazione semplice, ma Lucchesi e Marino hanno già le idee chiare e sarà rivoluzione. L’idea è quella di costruire un Palermo che possa giocare sia con il 4- 3- 3 che con il 3- 4- 3”.

Dopo l’addio di Mato Jajalo, accasatosi all’Udinese, anche gli altri giocatori in scadenza di contratto, ovvero Rispoli, Falletti, Haas e Aleesami, sono destinati ai saluti. Discorso a parte merita Pomini: “Dei giocatori in scadenza, l’unico che potrebbe rinnovare è il portiere Alberto Pomini che potrebbe diventare titolare se Brignoli dovesse essere ceduto per fare cassa o che continuerebbe a costituire una coppia di sicuro affidamento se il suo collega dovesse rimanere in rosanero. L’ ingaggio di Brignoli, è fra quelli che rientrano nei parametri della nuova società e se sarà convinto di riprovare l’ assalto alla A non ci saranno ostacoli per la conferma”.

Con tutta probabilità ci sarà una vera e propria rivoluzione, cosa che andrà fatta obbligatoriamente per contenere i costi di gestione: In questi giorni tutti i giocatori saranno contattati uno per uno: si tratterà di rimodulare o cedere quei calciatori che per la società rappresentano un costo lordo superiore ai 400 mila euro o non fanno parte dei piani tecnici. Il reparto più nuovo di tutti sarà il centrocampo, settore interamente da ricostruire in cui sono rimasti solamente Fiordilino e Murawski. Il compito di Marino è quello di trovare giocatori competitivi visionando partite, relazioni di osservatori e gli scampoli dei tornei giovanili tutt’ ora in corso. Un lavoro di casting per costruire una rosa competitiva, che rientri nel budget e che possa ambire almeno a un posto nei play-off – si legge -“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy