Palermo-Bisceglie 2-1: Rocco spaventa Boscaglia, poi rosa a passo di tango! Santana, assist top per Lucca e Luperini. Commento primo tempo

Palermo che ribalta il punteggio e chiude in vantaggio la prima frazione contro il Bisceglie

palermo

Palermo che cerca ardentemente il ritorno alla vittoria per provare ad accendere una stagione fin qui fin troppo opaca.

Boscaglia sorprende in sede di formazione iniziale con alcune scelte forti e inattese. Per aver ragione dell’ostico Bisceglie il tecnico rosanero opta per un 4-2-3-1 rivisitato negli interpreti con Mario Alberto Santana in campo dal primo minuto. Pelagotti tra i pali, Accardi e Crivello esterni bassi con Palazzi e Somma centrali difensivi. De Rose polo in cabina di regia ed al contempo schermo davanti la retroguardia in tandem con Luperini. Valente, Rauti e Santana a comporre il tridente alla spalle del terminale offensivo Lorenzo Lucca.

Il Palermo parte con discreto piglio trascinato da un Santana particolarmente voglioso di incidere ed assurgere a leader, tecnico e carismatico, di una squadra in palese difficoltà. Dallo schieramento della squadra sul manto erboso del “Barbera” si evince ben presto che in realtà il Palermo è disposto con un 4-3-3 ed il capitano rosanero agisce da mezzala sinstra con chiara vocazione offensiva.

Dopo un paio di spunti pregevoli dell’argentino, la solita dormita in fase di non possesso della formazione di Boscaglia rischia di complicare ulteriormente match e stagione rosanero. Il lancio lungo che pesca Rocco trova impreparata e poco reattiva la linea difensiva di casa: per il calciatore di Papagni è un gioco da ragazzi battere Pelagotti con un chirurgico esterno destro da posizione defilata.

Il Palermo incassa il colpo ma reagisce subito con veemenza: Lucca non sfrutta per un soffio un eccesso di confidenza di Spurio ma si rifarà poco dopo. Il cross telecomandato di Santana con il mancino trova una sponda aerea per il numero 17 di Boscaglia, pronto a ribadire in rete da due passi.

Sull’abbrivio del pari raggiunto a stretto giro di posta, il Palermo riprende a tessere la sua tela. La squadra di Boscaglia alza ritmo e baricentro.

De Rose dirige la manovra con ordine e personalità, trovando sul talento di Santana lo sbocco ideale per impreziosire ed alzare la cifra tecnica delle trame offensive dei padroni di casa. Rauti sfiora il palo con un diagonale dal limite, Lucca non centra incredibilmente il bersaglioa tu per tu con l’estremo difensore ospite. Ancora l’argentino dimostra di incarnare una dimensione concettuale e balistica di un altro pianeta: Mario calibra l’ennesimo cross con i giri contati e premia l’imperioso terzo tempo di Luperini che incorna in rete la palla del vantaggio. Il Palermo chiude avanti il primo tempo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy