Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

l'intervista

Mutti: “Palermo incompiuto, non è all’altezza del Bari”

Mutti: “Palermo incompiuto, non è all’altezza del Bari”

Le parole del tecnico Bortolo Mutti, sull'avvio di stagione di Bari e Palermo

⚽️

Bortolo Mutti, ex allenatore - tra le altre - di Palermo e Bari, ha commentato il cammino finora intrapreso delle due squadre impegnate nel girone C di Serie C. I rosanero, terzi in classifica e distanti 7 punti dalla vetta dopo 8 giornate di campionato, provano a tenere il passo di Bari e Catanzaro; i galletti, in vetta alla classifica a 6 lunghezze dalla formazione calabrese seconda, non sta disattendendo le previsioni iniziali. A fare il punto della situazione è lo stesso ex tecnico delle due compagini, intervenuto ai microfoni di "TuttoBari" per analizzare la prima parte della stagione dei biancorossi.

"Le sensazioni sono positive, ormai penso che i biancorossi abbiano preso in mano la leadership del girone, con una buona gestione del gruppo questo dovrebbe essere l'anno buono per centrare il salto di categoria. Anche perché il margine in classifica è già importante e la squadra funziona".

Mutti si è poi espresso su Mirco Antenucci, e sull'attacco barese: "L'allenatore decide in base a ciò che vede in settimana, non si fa certo male da solo per escludere Antenucci senza motivazione. Magari in questo momento la sua condizione non è ottimale, nella dinamica del gruppo il tecnico deve fare scelte pesanti. L'esclusione rode e dà fastidio ai singoli, ma in un contesto di squadra va accettata: anche perché tutti sono importanti e il giocatore deve farsi trovare pronto in ogni momento. Avere un bomber in grado di centrale la doppia cifra è importante per tutti, ma quando c'è una squadra che si esprime come collettivo è possibile sopperire attraverso il gioco. Chiaro che in un certo momento del campionato potrebbe pesare l'assenza di un goleador, ma i biancorossi sono in grado di responsabilizzare i singoli individui del gruppo".

Mutti chiude soffermandosi sulle principali rivali, Palermo Catanzaro"Io non vedo nessuna delle due all'altezza del Bari, sono buone squadre ma anche a livello di organico mi sembrano indietro: il Palermo mi pare incompiuto e il Catanzaro è incompleto. Anche le caratteristiche ambientali non favoriscono la rincorsa".

tutte le notizie di