Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

L'INTERVISTA

Macedonia-Italia, Trajkovski: “Cerchiamo un’altra impresa. Legatissimo a Palermo”

Palermo
Le dichiarazioni rilasciate dall'attaccante della Macedonia del Nord: "Per me le partite contro l’Italia sono sempre speciali".
Mediagol ⚽️

"Stiamo bene, abbiamo grande entusiasmo. Cercheremo di fare un'altra impresa". Lo ha detto Aleksandar Trajkovski, intervistato ai microfoni di "Tuttosport". L'attaccante della Macedonia del Nord, che a marzo 2022 ha deciso la sfida contro l'Italia allo Stadio "Renzo Barbera", si è espresso in vista del match che andrà in scena sabato 9 settembre contro gli uomini di Luciano Spalletti, valevole per le qualificazioni a Euro 2024. Un anno dopo l'ex Palermo affronterà, dunque, ancora una volta, gli azzurri.

LA SFIDA - "Quel gol è stato il più importante della mia carriera. Quella vittoria resta una pagina storica per il nostro paese. Stiamo benissimo e abbiamo tanta positività intorno a noi. Cercheremo di fare un'altra impresa. E poi per me le partite contro l’Italia sono sempre speciali... Tengo il video del gol fatto a Donnarumma salvato sul telefono, ogni tanto lo riguardo. Rispetto all'Italia che abbiamo affrontato noi e che ha vinto l'Europeo non ci sono giocatori importanti come Verratti, Jorginho e Bonucci, ma ci sono giocatori giovani forti in grado di aprire un ciclo. Spalletti? A Napoli ha fatto qualcosa di straordinario, lo ritengo un allenatore bravissimo. Sarà una gara diversa da quella di Palermo", le sue parole.


IL GOL -"Martedì ho compiuto 31 anni e mi piacerebbe festeggiare con un gol, ma metterei la firma per fare punti contro di voi. Se segna un mio compagno e facciamo risultato, sono felice uguale. Ero stremato e fossimo andati ai supplementari forse il mister mi avrebbe cambiato. Così ho provato il tiro dalla distanza e ho segnato. Io quel tipo di conclusione da lontano so di averla nel mio repertorio ed è andata nel migliore dei modi. Vincere con un gol all’ultimo minuto, sembrava un film. Per noi è stata una vittoria assolutamente incredibile, una di quelle leggendarie che verranno raccontate di generazione in generazione. Quel 24 marzo per il nostro popolo è una data storica, scolpita nei cuori di tutti. In pochi credevano potessimo battere l’Italia, ma ci siamo riusciti".

PALERMO -"Realizzare quella impresa a Palermo per me ha avuto valore doppio? Sicuramente. Ho giocato 4 anni li e sono rimasto legatissimo ai palermitani, tanto che questa estate ci sono tornato in vacanza. Ho rivisto tanti amici, erano contenti per me. Nessuno mi ha rinfacciato quel gol. Qualcuno mi ha detto: se proprio dovevamo perdere, almeno hai segnato tu... Tornare in Italia? Assolutamente sì. In estate c’erano stati dei contatti con un paio di club, ma non siamo arrivati all’accordo. Ora comunque sono totalmente focalizzato sulle sfide contro Italia e Malta. Voglio portare in alto la mia Nazionale e avvicinarmi al record di Pandev. Mi mancano 14 gol per diventare il miglior marcatore nella storia della Macedonia del Nord. Voglio riuscirci in un paio d’anni", ha concluso Trajkovski.

tutte le notizie di

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Palermo senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Mediagol per scoprire tutte le news di giornata sui rosanero in campionato.