Foggia, Cau: “Mancata cattiveria sotto porta, ma il pari sarebbe stato giusto. Obiettivo playoff? Non molliamo”

Le parole del vice allenatore del Foggia, Roberto Cau, a margine del ko rimediato contro il Palermo

foggia

Il Palermo torna alla vittoria.

Missione compiuta per i rosanero che, dopo il ko contro il Monopoli e il pareggio a reti inviolate maturate contro la Vibonese, torna alla vittoria battendo il Foggia nel recupero della trentatreesima giornata di Serie C. A decidere una rete di Valente che regala alla compagine siciliana tre preziosissimi punti in chiave playoff. Ad analizzare il risultato al triplice fischio è il vice allenatore della compagine pugliese, Roberto Cau, ai microfoni di “Rai Sport”.

“Il Foggia ha giocato una buona gara, nel primo tempo abbiamo tirato tante volte in porta. Forse meritavamo di far gol, ma non è successo. Le partite sono così. Alla fine il Palermo ci ha fatto gol, eravamo in 10 perché c’era Rocca fuori dal campo. Vedevo un po’ di sangue alla gamba, non mi sembrava da non entrare in campo. Ma l’arbitro ha valutato così. Mi dispiace perché abbiamo tenuto anche fisicamente, il rammarico è quello. Ora pensiamo alla partita di domenica, speriamo di recuperare delle forze. Obiettivo playoff? Sicuramente, non ci dobbiamo accontentare. E’ mancata un po’ di cattiveria sotto porta, nel primo tempo potevamo passare in vantaggio. Poi si sa che il gol rischi anche di prenderlo. E’ andata così. Ci stava tutto il pareggio, la partita è stata equilibrata. Non era facile dopo questo periodo stop. Ci è mancata un po’ di concentrazione nel finale. Adesso non dobbiamo mollare, ci rifaremo. I playoff sarà un mini torneo, chi avrà qualità e forze fisiche ce la farà. L’importante è arrivarci”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy