Filippi: “Marong determinato, tutto sulle condizioni di Floriano. Playoff? Ecco dove possiamo migliorare”

Le parole del tecnico rosanero, Giacomo Filippi, dopo il successo maturato questo pomeriggio contro il Foggia

palermo

Il Palermo torna alla vittoria.

Missione compiuta per i rosanero che, dopo il ko contro il Monopoli e il pareggio a reti inviolate maturate contro la Vibonese, torna alla vittoria battendo il Foggia nel recupero della trentatreesima giornata di Serie C. A decidere una rete di Valente che regala alla compagine siciliana tre preziosissimi punti in chiave playoff. Un risultato analizzato al triplice fischio dal tecnico della compagine siciliana, Giacomo Filippi, nella consueta conferenza stampa post-gara.

“Saraniti? Andrea è entrato bene, col piglio giusto e ha dato una grande mano alla squadra. A me interessa lo spirito che ogni giocatore può dare ai compagni. Dal primo giorno rimarco il rispetto che devono avere tra di loro. Se c’è rispetto tra di loro tutto il resto viene di conseguenza. Oggi è entrato molto bene e ha fatto sì che la squadra soffrisse poco sulle palle lunghe nel finale di gara. Rauti? Ha fatto una buonissima gara, così come contro la Vibonese. Si è dannato l’anima ad attaccare gli spazi, cosa che gli avevamo chiesto. Ha lavorato benissimo accorciando i reparti a me è piaciuto molto. Nicola può lavorare sia tra le linee, sia da punta centrale. Lo sfrutteremo al meglio in base a dove ci serve e anche in base agli avversari. Marong sta facendo bene, è concentrato e determinato. Non si sta facendo distogliere dalle voci mediatiche. Puntiamo molto su di lui, ma anche da prima. Alla prima occasione lo abbiamo buttato dentro, è un ragazzo che merita. Aspettare gli avversari? No, è anche lo sfruttare le caratteristiche negative degli avversari. Così come le altre squadre lavoreranno sui nostri nei. In ottica playoff, possiamo migliorare la nostra condizione tecnico-tattica e fisica, soprattutto dobbiamo fare di tutto per migliorare questa classifica. Ci proveremo fino all’ultimo per scalare anche una posizione. De Rose meno lucido? Io credo che oggi sia stato uno dei migliori in campo, ha ringhiato su tutti i palloni e tutti gli avversari. Soltanto nei primi 20′, così come tutta la squadra, è arrivato un po’ in ritardo. Ma per 70′ è stato sempre lì a martellare e ripartire. Sta benissimo fisicamente. Poi mi è piaciuta la compattezza della squadra che ha saputo soffrire, è stata sempre sul pezzo, non ha mollato mai, non ha mai regalato metri. E’ questa la squadra che voglio, che lotta, che si sacrifica, anche brutta da vedere. Ma oggi non siamo stati brutti da vedere”.

Chisoa finale su Floriano e sul prossimo impegno che attenderà il Palermo: quello contro il Bari di domenica prossima. “Floriano? Ha avvertito solo dei crampi, era solo affaticato e non rischia alcuna lesione. E’ recuperato per Bari, almeno così pensa lo staff medico. Domani faremo le dovute valutazioni. E’ vero arrivavamo da due risultati negativi, ma io continuo a rimarcare il fatto che la squadra a Monopoli ha fatto una prestazione non all’altezza di tutte le altre, a maggior ragione considerando quei cinque minuti. Ma contro la Vibonese il risultato non era quello che speravamo ma la prestazione è stata buona. Così come oggi. Ora pensiamo subito a domani, a preparare la partita col Bari. Andiamo a giocare come sappiamo contro una grande squadra, in un grande stadio e con una buona condizione mentale”. 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy