Filippi: “Ecco il perché dei cambi. Abbiamo sofferto il Foggia per una ragione”

Le dichiarazioni del tecnico del Palermo, Giacomo Filippi, a margine del successo maturato contro il Foggia

palermo

Il Palermo torna alla vittoria.

Missione compiuta per i rosanero che, dopo il ko contro il Monopoli e il pareggio a reti inviolate maturate contro la Vibonese, torna alla vittoria battendo il Foggia nel recupero della trentatreesima giornata di Serie C. A decidere una rete di Valente che regala alla compagine siciliana tre preziosissimi punti in chiave playoff. Un risultato analizzato al triplice fischio dal tecnico della compagine siciliana, Giacomo Filippi, nella consueta conferenza stampa post-gara.

Gestione dei cambi? Potevamo fare il doppio cambio (Luperini e Rauti), Luperini ha subito una brutta contusione alla testa ed è stato un cambio forzato. Lo stavo comunque valutando. Vedevamo dai dati che Floriano stava abbastanza bene, così come tutti gli altri. Però sono dei rischi che bisogna prendere, magari commettendo qualche errore. Può succedere. Rallentare il gioco? E’ la preparazione alla partita anche in base agli avversari. Avevamo studiato gli avversari che quando ricevevano i tre centrali, in quel momento dovevamo iniziare a portare pressione non forte ma controllata. Il problema iniziale è stato proprio il fatto che con i tre attaccanti ci alzavamo fuori tempo sui centrali e non davamo tempo agli esterni e ai centrocampisti di accorciare in avanti. Trovandoci in mezzo ogni volta che giocavano questa palla lunga. Il Foggia lo fa molto bene è un aspetto che cura benissimo: giocare in avanti, accorciare e colpire. Dopo il 25′ siamo stati bravi e lucidi, abbiamo sofferto poco. Merito dei ragazzi che hanno interpretato bene la gara”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy