Fabio Lupo, parla il doppio ex: “Palermo, occhio al Monopoli. Rosanero non all’altezza delle prime, la svolta…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex direttore sportivo del Palermo

Un giorno e sarà Monopoli-Palermo.

Fabio Lupo, doppio ex di turno, ha detto la sua in vista della sfida in programma mercoledì pomeriggio allo Stadio Comunale “Vito Simone Veneziani”, valida per il recupero della trentaduesima giornata del campionato di Serie C-Girone C. Diversi i temi trattati dal noto ed esperto dirigente originario di Pescara, intervistato ai microfoni del “Giornale di Sicilia”: dalle prestazioni offerte fin qui dalla compagine rosanero, al cambio in panchina.

“Intuitivamente si poteva comprendere che gli investimenti del Palermo, rispetto a realtà come Bari e Ternana, fossero inferiori. Però, visto l’organico della squadra, era lecito attendersi un rendimento diverso. Non era una squadra da primo posto o da promozione diretta e, se qualcuno l’ha detto, l’ha fatto in maniera incauta. Di certo il monte ingaggi non è da primo o secondo posto, ma nemmeno da decimo posto”, sono state le sue parole.

ALTI E BASSI – “Questo procedere a balzi è tipico di tante squadre in un campionato equilibrato e condizionato dagli effetti della pandemia. I continui sbalzi di classifica sono fisiologici. La Ternana è riuscita a fare la differenza con un cammino strepitoso, ma le altre hanno tutte attraversato periodi di difficoltà. Il Palermo, dopo il cambio in panchina, ha dovuto trovare un po’ di assestamento. Adesso bisognerà vedere se ha dato la svolta”.

IL MATCH – “Il Monopoli ha un organico di buon livello, è un avversario da tenere d’occhio. Prima di fermarsi ha dimostrato di aver ritrovato la dimensione corretta, non è la stessa squadra dell’andata. Non sarà una partita semplice, ma è sicuramente alla portata del Palermo”, ha concluso Lupo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy