Crivello e l’addio di Di Piazza: “Per noi nulla è cambiato. Tacopina ci sbeffeggia? Il Catania e quell’azione irregolare…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’esterno del Palermo

Lo scorso 28 dicembre la notizia: Tony Di Piazza ha deciso di lasciare il Palermo.

Il noto imprenditore italo-americano, che detiene il 40%, nel corso dell’ultimo cda – convocato per l’approvazione del bilancio del club di viale del Fante – ha esposto una lettera con la quale ha informato i soci di aver formalizzato lo scorso 11 dicembre il recesso dalle quote di Hera Hora. Tanti i punti di divergenza alla base della scelta (QUI I DETTAGLI). Una rottura, quella tra Dario Mirri e Di Piazza, che continua a tenere banco. “Per noi non è cambiato nulla, abbiamo sempre gli stessi punti di riferimento, la società ci fa stare bene”, ha spiegato l’esterno del Palermo, Roberto Crivello, intervistato dal ‘Corriere dello Sport’.

TACOPINA – Ma non solo; il difensore palermitano ha detto la sua anche in merito alle dichiarazioni rilasciate di recente da Joe Tacopina ai microfoni di ‘Itasportpress’. “Il derby con il Palermo è una partita che vale solo tre punti? Chi è il Palermo? (ride, ndr) Non sono sicuro di chi siano… Per noi tutte le partite saranno da tre punti”, le parole del noto avvocato italo-americano che diventerà presto il nuovo presidente del Catania. Nei giorni scorsi, infatti, le parti in questione hanno trovato l’accordo per la cessione del club etneo, con le firme che verranno apposte con ogni probabilità il prossimo 9 gennaio 2021. “Tacopina sbeffeggia il Palermo? Nemmeno rispondo, proprio non mi interessa. Il Catania è un altro rivale per la B. Ricordo che abbiamo affrontato il derby con soli undici giocatori a disposizione, nella ripresa dieci, che meritavamo di vincere e che hanno pareggiato con un’azione irregolare”, ha concluso Crivello.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy