Centro Sportivo, Sind. Carini: “Vorrei conoscere Baccaglini, non so nulla. Zamparini…”

Le parole del primo cittadino di Carini.

La costruzione del nuovo stadio e del nuovo centro sportivo è il progetto base del nuovo presidente rosanero Paul Baccaglini.

Il vecchio progetto firmato Maurizio Zamparini prevedeva che il nuovo impianto fosse situato nel comune di Carini, lo stesso sindaco della cittadina, Giovì Monteleone, ai microfoni di Palermotoday.it ha svelato che bisognerebbe  ricominciare tutto da zero. “Bisognerebbe ricominciare tutto da capo. Essendo passato diverso tempo è decaduta la variabile del Piano Regolatore e quindi ci ritroviamo ad essere esattamente al punto di partenza. Non sono stato contattato da nessuno, ho solamente letto i giornali, dove ho appreso che si parlava di un centro sportivo a Carini. Essendo il sindaco mi sembra davvero difficile che abbiano potuto parlare di un argomento del genere. Altrimenti sarei stato sicuramente informato da chi di dovere. Da parte nostra c’è stata tutta la disponibilità possibile. Abbiamo anche cercato di accelerare i tempi per rientrare nelle tempistiche richieste dal Palermo. Non appena abbiamo iniziato a parlare di cifre riguardanti gli oneri di urbanizzazione, pubblicati e deliberati prima che fosse approvato il progetto, Zamparini non ha più voluto pagare. Infatti ha deciso di intavolare una trattativa come se stesse provando ad acquistare un giocatore. Peccato che l’amministrazione non può decidere di fare degli sconti, perché i prezzi sono fissati per legge dal Consiglio Comunale. Inoltre anche volendo, non potevamo di certo  fare delle agevolazioni a Zamparini, altrimenti, avremo dovuto farle a chiunque avesse voluto realizzare qualcosa in Contrada Zucco. Fatto sta che da quel preciso momento, il presidente ha iniziato a temporeggiare, fino a quando il progetto è stato messo da parte. Non si può pensare di smuovere un Comune in questo modo per poi tirarsi indietro così. È impensabile che una società seria come quella del Palermo, provi ad intavolare una trattativa così complessa senza essere a conoscenza degli oneri di urbanizzazione. Baccaglini? Sarei felice di conoscerlo. Noi siamo qui. Qualora si dovesse riaprire un discorso dovrei ovviamente coinvolgere il Consiglio comunale per approfondire nuovamente il progetto. Prima, però, voglio vederci chiaro. Sicuramente vorrò delle garanzie che Zamparini non è stato in grado di dare”.

 
9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rosario Martorana - 4 anni fa

    E strano che con un progetto approvato dalla regione e dal comune di Carini, dopo 2 anni di burocrazia non abbia incontrato il sindaco di quel comune, dopo aver fatto la passarella istituzionale, ora anche zamparini prega che sia tutto vero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vincenzo Mazzamuto - 4 anni fa

    Lo fa a carini aggiornatevi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Davide Lazzano - 4 anni fa

    Baccaglini manco lo vuole fare a carini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Davide Lazzano - 4 anni fa

    Ma che vuole questo XD

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Peppino - 4 anni fa

    Peccato che in questa dichiarazione il sindaco non racconta tutta la verità. Il comune di Carini una settimana prima dell’approvazione della variante al PRG necessaria all’approvazione del progetto ha aumentato gli oneri di urbanizzazione di 12 volte l’originario costo. l’intenzione non nascosta era quella di sanare l’enorme deficit del comune con i soldi di Zamparini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Miki Loperfido - 4 anni fa

    “Perdici” semmai….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Vincenzo Baio - 4 anni fa

    Perdicci le speranze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tonino Puma - 4 anni fa

      È da due giorni che non ci racconta la favola di toto’ che voleva vendere la fontana di trevi a un turista, ci dobbiamo preoccupare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Vincenzo Baio - 4 anni fa

      Preoccupati più Avanti. Quando non avrai più squadra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy