Caos Palermo, GFS su Gunnarsson e Foschi: “Noi scioccati, Niklas trattato in modo terribile. Rino non sapeva che…”

Global Futures Sports rivela alcuni retroscena legati alla sessione di mercato di gennaio e al mancato tesseramento del difensore norvegese Niklas Gunnarsson

Global Futures Sports chiarisce le ragioni degli inconvenienti legati alla sessione invernale di mercato.

Il mercato del Palermo Calcio si è concluso a gennaio con un nulla di fatto, complice l’assenza di una figura di riferimento che si occupasse delle operazioni: nonostante Rino Foschi, ufficiosamente in odor di licenziamento, ricoprisse il ruolo di direttore dell’area tecnica rosanero, a mostrare interesse nei confronti di potenziali acquisti erano gli inglesi Dean HoldsworthJake Lee. Il caos societario, in ultima analisi, ha fatto sì che a saltare fosse anche il tesseramento del difensore norvegese Niklas Gunnarsson, arrivo che era stato annunciato dalla Sport Capital Group.

La società inglese, quest’oggi, ha rivelato, in un comunicato ufficiale (QUI IL DOCUMENTO INTEGRALE) alcuni retroscena legati a tale questione:
L’11 gennaio 2019 è emerso che il signor Rino Foschi non era venuto a conoscenza dei cambiamenti interni alla società e che per Dean Holdsworth stava diventando sempre più complicato svolgere il suo lavoro di Direttore dello Sport. Il ruolo di Dean Holdsworth è stato riconfermato all’interno di una mail arrivata quel giorno alle ore 15:09. Il 14 gennaio è stato rilasciato un comunicato in comune accordo con il Palermo e la Sport Capital Group, con il quale veniva comunicato che Dean sarebbe stato Direttore delle Operazioni Calcistiche in tutti i club acquisiti da Sport Capital Group, Emanuele Facile ci ha riferito via email che questa decisione era stata comunicata a Rino Foschi quello stesso giorno. Il 14 gennaio 2019 alle ore 08:47, Emanuele Facile mi ha inviato una mail con il contratto da firmare per Niklas Gunnarsson, presentato al Palermo da Dean Holdsworth e Jake Lee, comprensibilmente il signor Rino Foschi si stava innervosendo, in quanto le informazioni e i cambiamenti non gli erano state comunicate in modo chiaro da Emanuele Facile come avevamo invece concordato, anche io sarei stato molto arrabbiato se fossi stato trattato in quel modo. Il 15 gennaio Emanuele Facile ci ha proposto di fare da tramite con il signor Foschi e che il signor Foschi si sarebbe concentrato sui calciatori che non volevamo più all’interno della rosa, iniziando con una potenziale cessione di un calciatore al Monza. Quel giorno giorno è stato anche concordato che Foschi avrebbe annunciato l’arrivo di Niklas Gunnarsson al Palermo. Più tardi, la sera del 15 gennaio, io e Dean abbiamo ricevuto una email davvero strana da Corrado Coen, nella quale ci chiedeva di dichiarare attraverso un comunicato ufficiale che la Sport Capital Group aveva acquistato il Palermo a causa di Rino Foschi. Abbiamo spiegato che non potevamo farlo ed eravamo confusi dal messaggio. A causa delle incertezze che si stavano verificando in quel momento, io e Dean Holdsworth abbiamo deciso di non agire nel corso della sessione invernale di calciomercato e di non mandare altri giocatori a Palermo. Ho anche inviato una mail alla Sport Capital Group esprimendo le mie preoccupazioni sul signor Emanuele Facile e sul suo comportamento, chiedendo anche di trovare il prima possibile un sostituto per il mio ruolo di presidente. Durante le prime settimane di gennaio la mia squadra aveva discusso di sponsorizzazioni per Palermo con diverse compagnie, per il resto della stagione 2018-19 e della stagione 2019-20. Avevamo offerte solide da parte di una società che voleva iniettare parecchie centinaia di migliaia di euro a Palermo, ma, tenuto conto del comportamento avvisati della nostra decisione il 16 gennaio. Durante questo periodo l’annuncio di Niklas Gunnarsson non era stato fatto e stava diventando un punto sempre più difficile per tutti nella GFS. Era chiaro che il signor Emanuele Facile non aveva discusso della questione con il signor Foschi e sfortunatamente Niklas è rimasto bloccato nel mezzo e come risultato finale è stato trattato in maniera terribile dal club. Abbiamo sollevato le nostre preoccupazioni su questo argomento ogni giorno dal 17 gennaio 2019 al 4 febbraio, quando abbiamo capito che il giocatore era stato finalmente registrato. Il 18 gennaio 2019 abbiamo avvisato la Sport Capita Group delle questione che eravamo intenzionati ad affrontare con Emanuele Facile e con la finestra dei trasferimenti che stava per chiudersi in meno di due settimane, avevamo poco tempo a disposizione per agire nel modo che avevamo concordato all’inizio della nomina di Dean, ossia alla fine di dicembre 2018. Il 19 gennaio Niklas è arrivato a Palermo e quel giorno ho ricevuto una mail dal signor Emanuele Facile alle ore 15:04, all’interno della quale affermava che Foschi non voleva il giocatore e che voleva essere licenziato, e aveva affermato che nessuno nel club si sarebbe preso cura di Niklas. Anche io e Dean eravamo stupiti e scioccati dal fatto che avevano trattare un giocatore in questo modo. Il 23 gennaio ho nuovamente sollevato formalmente le mie preoccupazioni per la gestione del progetto del Palermo e la situazione con Niklas“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy