Calciomercato Palermo, da Nestorovski a Jajalo: ecco tutti i rosa con la valigia in mano…

Calciomercato Palermo, da Nestorovski a Jajalo: ecco tutti i rosa con la valigia in mano…

Inizia la rivoluzione in casa rosanero, l’obiettivo è ridurre il monte ingaggi: in porta potrebbe restare Brignoli, a meno che non arrivi un’offerta importante

Una rosa pronta ad essere rivoluzionata. Il Palermo della prossima stagione non ha ancora preso forma, ma rischia di dover inserire più tasselli del previsto in un puzzle destinato a cambiamenti radicali

(Palermo, la prima decisione riguarderà l’allenatore: Marino e Vivarini tra i papabili)

Con queste parole l’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia introduce il complesso argomento calciomercato per ciò che concerne il club rosanero: dovrebbero essere davvero pochi gli elementi destinati ad una conferma all’interno della rosa del Palermo Calcio, molti invece quelli praticamente certi di fare le valigie per andare a giocare altrove. Ciò non soltanto perché ben cinque titolari andranno via tra scadenze di contratto e mancati riscatti dai prestiti, ma anche per il concreto bisogno di attuare dei tagli alle spese, cercando così di abbassare quello che nello scorso campionato è stato uno dei primi tre monti ingaggi del torneo di Serie B:

In porta, Brignoli non ha uno stipendio proibitivo per le casse del Palermo, ma qualora dovesse essere necessario fare plusvalenze potrebbe essere tra i più appetiti in Serie B. Diverse società hanno già sondato il terreno (Spezia in primis) ma al momento l’intenzione del club rosanero sembra essere quella di ripartire da lui tra i pali. Poi si valuterà chi mettergli alle spalle: Pomini ha un contratto in scadenza e ancora non è stato fissato un incontro tra le parti per valutare se proseguire o meno il rapporto. L’esperto portiere sarebbe disposto a rimanere, ma attende una chiamata da parte del club, che rischia di fare i conti con la «grana» Posavec. Il croato ha ben figurato con la maglia dell’Hajduk Spalato (tanto da essere convocato in Nazionale), ma non al punto da esercitare la clausola da oltre 1,5 milioni per il riscatto, cifra che il ds Bjelanovic vorrebbe trattare. Se si troverà un accordo, andrà via. Altrimenti, il Palermo potrebbe ritrovarselo in organico da esubero“.

(Calciomercato Palermo, addii da valutare: quale futuro per i “big” dei rosanero?)

La ricchezza di calciatori, in termini numerici, presenti in difesa potrebbe rendere più semplice il taglio dei costi previsto dalla nuova proprietà del Palermo Calcio. Un taglio che dovrà iniziare proprio da Rajkovic, che possiede il contratto più oneroso di tutta la rosa del club siciliano, ma che allo stesso tempo è stato un vero e proprio titolare inamovibile e punto di riferimento della formazione arrivata terza sul campo nello scorso torneo cadetto. Dopo aver dimostrato di aver superato ormai tutti i problemi fisici che lo hanno attanagliato nel corso della propria carriera può essere un valore aggiunto per i siciliani, ma con un solo anno di contratto rimasto ed uno stipendio pesante per le casse dei rosanero, è possibile che gli venga dato il via libera per salutare Palermo:

Discorso pressoché identico per Aleesami e Rispoli, che a differenza del serbo sono in scadenza di contratto, e allo stesso modo si cercherà una nuova sistemazione per Bellusci, che pure sarebbe disposto a rimanere. Si riparte dunque dai palermitani Accardi e Mazzotta, per Pirrello si valuterà l’eventuale arrivo di qualche offerta (a gennaio è stato vicino al trasferimento al Monza), mentre Szyminski e Salvi dovrebbero essere confermati. Incerte le posizioni di Gunnarsson e Ingegneri, che non hanno mai messo piede in campo, mentre dall’Imolese rientrerà Fiore“.

(Palermo, calciatori in vacanza: Gunnarsson spera in un’altra chance, Rispoli attende il matrimonio. Haas e Murawski…)

Preoccupa invece la situazione che riguarda il centrocampo dei rosaneroJajalo ha in pratica già salutato tutti ed il contratto che lo lega al club di Viale del Fante non gli verrà rinnovato (Approfondisci qui). Embalo e Fiordilino potrebbero cercare fortuna altrove, permettendo così alla società siciliana di mettere in cassa del denaro. Chochev risulta invece invendibile a causa del grave infortunio subito con la nazionale bulgara. Oltre al polacco Murawski, quindi, resterebbero solo i giovanissimi Gallo e Santoro, che potrebbero dunque trovare presto spazio in prima squadra.

Sempre secondo quanto riferito dal noto quotidiano regionale, però, la rivoluzione vera e propria dovrà partire dal reparto offensivo: “La ex Steaua Bucarest (ora FCSB) «spinge» per Puscas, la cui valutazione però potrebbe subire un’impennata nel corso dell’Europeo Under 21, in programma in Italia tra due settimane. Il Palermo aspetta e spera di poter monetizzare da una sua eventuale cessione, oltre che da quella di Nestorovski. Sulle tracce del macedone c’è da tempo la Stella Rossa, ma bisognerà vedere che offerta verrà messa sul piatto per lasciar andare via il capocannoniere dei rosa. Non è sicuro della permanenza nemmeno Trajkovski, per il quale si cerca un acquirente. Lo Faso e Moreo rimangono dunque gli unici due punti da cui ripartire, sempre che non si facciano avanti pretendenti. In più Balogh rientrerà dall’Apoel Nicosia: che il suo possa essere un ritorno definitivo, però, è tutt’altro che certo“.

(Palermo, inizia la rivoluzione: Delio Rossi addio, Iachini in pole. Si riparte dai palermitani, chi va e chi resta)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy