Calciomercato Palermo, addii da valutare: quale futuro per i “big” rosanero?

Calciomercato Palermo, addii da valutare: quale futuro per i “big” rosanero?

La conferma della Serie B permetterà al club rosa di valutare la permanenza dei propri “big” in vista della prossima stagione

Da chi ripartirà il Palermo 2.0?

Questa la precisa domanda che si pone all’interno della propria edizione odierna La Gazzetta dello Sport, che spiega come le dichiarazioni rilasciate dal direttore generale del club siciliano Fabrizio Lucchesi (il quale ha utilizzato la parola “azzeramento“), in seguito alla sentenza della Corte d’Appello, fossero riferite non tanto agli uomini della formazione rosanero, quanto più alle modalità di programmazione della nuova proprietà:

Non è detto che si ricominci da Foschi (che ha ancora un anno di contratto che lo lega al club) e Delio Rossi (invece in scadenza): bisognerà trovare unità d’intenti per andare avanti assieme. Una volta sciolti questi due nodi, si penserà all’organico: l’intento è quello di costruire una squadra giovane e in grado di vincere subito la Serie B, puntando a ridurre il monte ingaggi. La sensazione generale è che molti andranno via, perché si è chiuso un ciclo, ma Lucchesi dovrà fare attente valutazioni al fine di individuare chi può essere sacrificato per far cassa e chi invece può fare al caso del nuovo Palermo che andrà formandosi“.

Approfondisci qui: (Palermo, inizia la rivoluzione: Delio Rossi addio, Iachini in pole. Si riparte dai palermitani, chi va e chi resta)

La conferma della permanenza in Serie B per la società di Viale del Fante potrebbe convincere qualcuno dei “big” a rimanere in terra siciliana: “Brignoli, per esempio. Il portiere bergamasco è stato tra i più positivi della stagione e ha altri 2 anni di contratto. Su di lui avevano messo gli occhi alcuni ambiziosi club di B, ma se la nuova proprietà manterrà fede alle promesse, costruendo una squadra vincente, Brignoli potrebbe essere una delle nuove colonne. Rajkovic e Bellusci hanno un altro anno di contratto, ma la loro conferma appare difficile. Il primo, per altro, ha un ingaggio insostenibile per i parametri che si è dati la nuova società. Ai saluti Rispoli e Aleesami, in scadenza, così come Haas e Falletti che rientreranno rispettivamente all’Atalanta e al Bologna“.

Sempre secondo quanto riferito dal noto quotidiano sportivo nazionale, vicinissimo all’addio vi sarebbe pure Mato Jajalo, stando anche al post che la moglie ha pubblicato su Instagram l’altro ieri (Clicca qui). Da valutare inoltre il futuro dei due macedoni e di George Puscas. Quest’ultimo ed il capitano dei rosanero, Ilija Nestorovski, avrebbero mercato anche all’estero, un po’ meno invece il fantasista Aleksandar Trajkovski. Per il rumeno, oltretutto, il Palermo Calcio avrebbe da esercitare un obbligo di riscatto e questo comporterà un esborso di 2,8 milioni di euro in favore dell’Inter. Tra l’ex Benevento ed il numero 30 dei siciliani, la nuova proprietà potrebbe decidere di puntare sul più giovane (che ha anche un ingaggio meno oneroso rispetto al più esperto), ma molto dipenderà dalle offerte che giungeranno dalle parti di Viale del Fante per i due calciatori in questione:

Anche Pomini è in scadenza, ma il suo addio è meno scontato degli altri perché l’ex portiere del Sassuolo si è fatto apprezzare sempre e da tutti, in campo e fuori. Confermarlo, significherebbe dargli il ruolo di guida carismatica dello spogliatoio, figura quanto mai utile in una ricostruzione. Tra i palermitani, Mazzotta, Fiordilino e Lo Faso dovrebbero rimanere e a loro si uniranno (quanto meno inizialmente) i giovani locali della Primavera in odore di prima squadra. Stesso discorso per i due polacchi in organico quest’anno: Szyminski e Murawski. L’età, il rendimento in crescendo, gli ingaggi non altissimi e il fatto di essersi ormai ambientati alla grande, ne fanno dei candidati alla conferma certa, valutando anche i ruoli che hanno e la necessità che poi nascerebbe di rimpiazzarli in caso di partenza. Anche Moreo, apprezzatissimo dal pubblico, con ogni probabilità farà parte del nuovo Palermo. Da valutare le posizioni di Salvi, Gunnarsson, Ingegneri, Accardi, Pirrello e Chochev, quest’ultimo ancora lontano dal ritorno in campo“.

Ti potrebbe interessare anche: (Palermo, tanti rebus per Arkus Network: il futuro di Foschi può diventare un caso)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy