Beppe Accardi: “Palermo impostato sulla difesa a tre, il 4-4-2 non funziona. Infortuni? Vi spiego…”

Beppe Accardi: “Palermo impostato sulla difesa a tre, il 4-4-2 non funziona. Infortuni? Vi spiego…”

L’intervista al noto procuratore sportivo palermitano, Beppe Accardi

Beppe Accardi senza freni.

Il noto procuratore sportivo palermitano ed ex terzino rosanero nella stagione 1989-1990, ospite della trasmissione “Petali di Rosa” in onda su Tele One, ha commentato il momento delicato vissuto dal Palermo di Roberto Stellone, non risparmiando forti critiche alla squadra e alla società siciliana. Di seguito parte delle sue dichiarazioni.

Sul tema infortuni: “Il problema del calcio è che non si fanno più preparazioni fisiche adeguate. Il Palermo anche l’anno scorso ha avuto tanti infortuni muscolari, c’è qualcosa che non va anche nella fase di recupero dei calciatori. Palermo è una città soffocante che crea stress e questo può incidere a livello fisico. Probabilmente i calciatori non hanno lo spessore caratteriale per reggere questa pressione“.

Sugli aspetti tattici e il cambio di modulo con Roberto Stellone: “Il problema di Stellone è che il Palermo è impostato per giocare con la difesa a tre. Il 4-4-2 non funziona con centrocampisti lenti e Rispoli e Aleesami vanno in difficoltà in fase difensiva. Coronado è un giocatore che se inizia bene la partita si esalta, sennò si deprime. Con il vecchio allenatore si defilava sempre a sinistra. In questa nuova posizione, invece, non può più andarsi a cercare la palla, non è libero come nel modulo di Tedino“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy