Belotti: “Dybala, che trasformazione! Imparato tanto da lui in rosa, rimpiango di averci giocato poco”

Le parole dell’attaccante del Torino, Andrea Belotti.

Scoperti e cresciuti calcisticamente al Palermo, ora Paulo Dybala e Andrea Belotti regalano gioie immense alle tifoserie di Juventus e Torino.

Due che il fiuto del gol l’hanno nel sangue, due giovani che in maglia rosanero hanno fatto vedere di che pasta sono fatti tanto da guadagnarsi le attenzioni di diversi club. L’esplosione definitiva lontano dalla Sicilia, la consapevolezza che i due sono destinati ad entrare nell’olimpo dei grandi. Intervistato da Sky Sport il Gallo Andrea Belotti ha ricordato le stagioni passate in rosanero, tra la B e la promozione in Serie A, svelando i motivi della sua crescita e la stima incondizionata nei confronti di Dybala: “Paulo l’ho conosciuto nell’anno della Serie B. Si vedeva che aveva delle qualità eccezionali, dei numeri che vedi fare a pochi giocatori. Però in serie B non riusciva ad essere incisivo. Poi siamo arrivati in A, e mi ricordo che appena è iniziato il ritiro sembrava un giocatore che si era completato. Aveva acquistato una sicurezza dei propri mezzi, una personalità che gli ha permesso di fare tutto quello che sta facendo. Adesso lo sta dimostrando. Può arrivare lontanissimo perché è veramente forte. Ovviamente  mi sarebbe piaciuto giocare con lui, ci sono state poche occasioni perché giocavano Vazquez e Dybala quell’anno a Palermo. Però da lui ho preso tanti insegnamenti perché è un ragazzo veramente bravo, un vero professionista, e quindi un po’ di rimpianto c’è, però sono cose che possono succedere nel calcio e va accettato tutto“.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Francesco Bonura - 4 anni fa

    Caro Belotti ti ricordo che per questo devi ringraziare a Zamparini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy