Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

conferenza stampa

Baldini: “Rosa valida, sogniamo. Io cambiato? Lo spirito c’è, possiamo stupire”

Baldini: “Rosa valida, sogniamo. Io cambiato? Lo spirito c’è, possiamo stupire”

Le parole del neo tecnico dei rosanero intervenuto questo pomeriggio in conferenza stampa

Mediagol (rdf) ⚽️

Il Palermo riparte da Silvio Baldini. Dopo un periodo difficile in cui oltre al gioco sono venuti a mancare i risultati, la società capeggiata da Dario Mirri ha deciso di sfruttare la pausa natalizia e di concerto con il direttore sportivo Renzo Castagnini e l'amministratore delegato Rinaldo Sagramola ha deciso di sollevare dall'incarico Giacomo Filippi e di affidarsi al carisma, alla personalità e all'esperienza di Silvio Baldini, già tecnico del Palermo nell'anno della promozione dei rosa in Serie A.

Proprio il tecnico nativo di Carrara è intervenuto questo pomeriggio in conferenza stampa accompagnato da Renzo Castagnini.

"Io mi avvicino alle 800 presenze tra i professionisti, per cui direi che un po' di partite le ho fatte e le ho viste. L'importante è che i calciatori capiscano che si possa migliorare con il lavoro. Qualora non fosse così, bisognerebbe individuare i perchè. Poi ci sono anche le cessioni per i giocatori che riesci a convincere con il tuo lavoro e che non sono evidentemente fatti per stare nel Palermo. Io sono convinto che questa rosa sia competitiva e che possa andare molto in alto, ma ciò dipenderà dal contesto. Palermo è una città importante. Devi essere un professionista come se fossi in Serie A. Se riesci ad inculcare ai calciatori questo sogno, con esito finale positivo, sono convinto che avremmo delle belle sorprese. Non so come sono cambiato in 18 anni, bisognerebbe chiederlo a mia moglie (ride n.d.r.). Posso dirti che nella testa mi sento ancora un ragazzo, sempre uguale. Gli anni certamente passano e pesano, anche perché non riesco a fare quello che facevo prima. Lo spirito è sempre lo stesso, per cui se nasci rotondo muori rotondo. I tempi e gli anni che hai ti portano a riflettere un po' di più. Mi conosco e so che i miei difetti dipendono non tanto da me ma dal contesto. Mi hanno sempre fatto arrabbiare le persone che cambiano atteggiamento in base agli eventi. È una cosa che non sopporto perché qui si parla di ipocrisia".

tutte le notizie di