Aspettando il Benevento: il gol di Zomicci e il mitico Oronzo. La rivincita di Rajkovic, l’improbabile lezione di La Penna e la vittoria del Limoncello

La prossima partita di campionato del Palermo raccontata ironicamente dal giornalista Alessandro Amato

Di Alessandro Amato

Alessandro Amato, giornalista Palermo

Datemi lo zucchero. Che brutta settimana con le news che arrivano dalla Procura di Caltanissetta (a proposito, il giudice Sidoti non mi pare messo bene). C’è un modo per rendere meno amara questa sequenza di notizie? Sì, tre cucchiaini (punti) di zucchero con il Benevento.

Il mitico Oronzo. Oronzo Pugliese è stato tecnico del Benevento negli anni Cinquanta. Figura mitologica: un tipo semplice, sanguigno e amato dal popolo. Caricava squadra e tifosi come nessun altro. La sua figura ha ispirato Lino Banfi-Oronzo Canà nel film “L’allenatore nel pallone”.

Brignoli superstar. Brignoli è diventato star mondiale con la maglia del Benevento. Nella scorsa stagione segnò di testa contro il Milan. E’ stato il terzo portiere a far gol nella storia della serie A dopo Rampulla e Taibi (due siciliani).

Studiare la B. Il Benevento gioca il secondo campionato di B della sua storia. La prima volta è atterrato nel mondo cadetto nel 2016. Conosce poco la categoria: consiglio di approfondire ulteriormente l’argomento restando in B almeno per un’altra stagione.

Premio Tenacia. Tre anni a curarsi, di cui uno intero a Palermo poi, la scorsa primavera, il “miracolo” della guarigione. Adesso è un pilastro della squadra. Il gol a Verona gli ha dato un premio meritato. Rajkovic, campione di tenacia.

La squadra impermeabile. Stellone e i suoi scudieri meritano un applauso lungo due ore. Lavorare in questo travagliato momento storico al Palermo non deve essere semplice: loro ci riescono, alla grande. Superano qualsiasi ostacolo. Sono uniti e pure vincenti.

Chi è Zomicci? Nelle intercettazioni pubblicate in questi giorni sull’inchiesta della procura di Caltanissetta, Giammarva racconta un gol di Trajkovski attribuendolo a tale Zomicci. Dove l’ha conosciuto?

Bentornato, Antonio. Non so se sarà in campo, ma vale la pena ricordare che nel Benevento gioca Antonio Nocerino. Oltre cento partite (e sei gol) con il Palermo dal 2008 al 2011. Con Delio Rossi trovò il miglior rendimento. Che bel giocatore.

Limoncello batte Strega. Benevento è la città del liquore Strega. Noi, per usare le stesse “armi”, mettiamo in campo il Limoncello. E per me vinciamo a mani basse.

Mi candido. L’hanno invitato a Favara per parlare di sport e legalità. L’arbitro La Penna, sì, quello di Frosinone-Palermo. Insomma, tutto è possibile in questo mondo che gira al contrario. E così ho deciso di candidarmi come testimonial degli shampoo Loreal.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy