Verona-Brescia, Balotelli rompe il silenzio e attacca: “Chi nega l’evidenza non è un uomo, ai miei colleghi in campo dico che…”

Il messaggio dell’attaccante delle “Rondinelle”, Mario Balotelli, a poche ore dal triplice fischio di Verona-Brescia

Mario Balotelli rompe il silenzio.

Increscioso episodio quello verificatosi questo pomeriggio al “Marcantonio Bentegodi” durante la sfida tra Verona e Brescia. In avvio di ripresa infatti, parte della tifoseria gialloblu, ha rivolto cori e ululati razzisti all’indirizzo dell’attaccante delle Rondinelle Mario Balotelli. Immediata la reazione del giocatore che, prontamente, ha interrotto l’azione e calciato la sfera verso gli spalti minacciando di abbandonare il terreno di gioco. Episodio che ha costretto l’arbitro Mariani a fermare la partita per quattro minuti, mentre i giocatori – rimasti in campo increduli per quanto accaduto – hanno provato a calmare SuperMario convincendolo a rimanere in campo. Diversi sono stati i messaggi che tifosi e addetti ai lavori hanno rivolto al giocatore, mostrandogli la propria vicinanza e condannando l’assurdo comportamento che parte della tifoseria veronese ha assunto durante la sfida. Messaggi a cui, Balotelli, ha risposto con un tenero messaggio – accompagnato da un video –  diffuso pochi istanti fa attraverso il suo profilo “Instagram”.

https://www.mediagol.it/brescia/il-brescia-contro-il-razzismo-gravi-le-dichiarazioni-di-setti-e-juric-minimizzano-quanto-accaduto/

[embedcontent src=”instagram” url=”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy