Palermo, il mercato dei “quasi ex”: Rajkovic tra Brescia e Trabzonspor, Lo Faso verso Lecce. Rispoli ancora in Sicilia

Palermo, il mercato dei “quasi ex”: Rajkovic tra Brescia e Trabzonspor, Lo Faso verso Lecce. Rispoli ancora in Sicilia

I calciatori rosanero sono ancora in attesa dello svincolo, quasi tutti hanno già l’accordo con il loro nuovo club

Lo svincolo ufficiale da parte della Federazione non è ancora arrivato e non arriverà prima di martedì, quando il Coni chiuderà definitivamente il “caso U.S. Città di Palermo“. Successivamente sarà la Figc, attraverso un comunicato, ad annunciare che i tesserati sono liberi di accasarsi altrove.

I calciatori che nella scorsa stagione hanno indossato la maglia rosanero sono in attesa di conoscere il loro futuro. Alcuni hanno scelto dove giocare il prossimo anno, altri non hanno ancora trovato una nuova squadra: “Dei «big» ormai prossimi a svincolarsi dal Palermo, Rajkovic è uno di quelli ancora privi di accordi con altre società“, scrive Il Giornale di Sicilia.

Il centrale serbo, che percepiva un ingaggio netto di 595 mila euro all’anno, è alla ricerca di una nuova squadra. L’ex difensore del Chelsea piace al Brescia di Corini ed ai turchi del Trabzonspor, che sarebbero disposti ad offrire un lauto ingaggio, ma il classe 1989 tentenna.

L’accordo l’hanno trovato quasi tutti: Murawski è stato avvistato ad Ascoli, Salvi e Szyminski sono già a Frosinone. A Modena c’è Ingegneri, mentre Nestorovski scalda i motori in vista dell’Udinese. Bellusci è promesso al Monza, Fiordilino al Venezia e Lo Faso ha le valigie pronte per partire verso Lecce.

Chi non ha ancora raggiunto l’intesa con una nuova squadra è Andrea Rispoli, nonostante sia libero dallo scorso 30 giugno, data in cui è scaduto il contratto che lo legava al Palermo. Nelle scorse settimane sembrava essere vicino alla Spal, ma adesso l’interesse degli estensi sembra scemato: “Per Rispoli, dunque, rimangono in piedi alcune occasioni in Serie B (Salernitana e Benevento su tutte), ma al momento rimane a Palermo ad allenarsi singolarmente – scrive il quotidiano sopracitato -. Aspettando la chiamata giusta per ripartire dopo quattro anni e mezzo vissuti con indosso la maglia rosanero“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy