Palermo, il Governo agevola l’arrivo di big in Italia: ecco come incide il ‘Decreto Crescita’ sul calciomercato

Palermo, il Governo agevola l’arrivo di big in Italia: ecco come incide il ‘Decreto Crescita’ sul calciomercato

Il ‘Decreto Crescita prevede agevolazioni fiscali alle aziende disposte ad assumere chi si trasferisce in Italia: l’articolo è applicale anche per calciatori e allenatori

Buone notizie per le società di calcio.

Il  Decreto Crescita’, approvato dal Governo e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 30 aprile, prevede agevolazioni fiscali per aziende che assumono personale residente all’estero. Gli assunti, però, devono impegnarsi a restare in Italia per almeno 24 mesi.

L’articolo 5 del decreto voluto dal Ministero per lo Sviluppo Economico, denominato ‘Rientro dei cervelli’ – che sarà attivo a partire dal 1 gennaio 2020 -, si applica anche per i calciatori e gli allenatori che negli ultimi due anni hanno giocato o allenato in un campionato straniero: gli stipendi saranno tassati al 30% al Nord e al Centro e al 10% al Sud. Notevoli, dunque, i possibili risparmi per i club sportivi.

Se da una parte, tali iniziative, non coincidono con le politiche adottate dalla FIGC per rilanciare i settori giovanili e concentrarsi sulla crescita della Nazionale italiana, dall’altra, aiutano club come Juventus, Inter e Napoli a proporre un mercato da fuochi d’artificio, dando loro la possibilità di offrire ingaggi netti molto più alti rispetto al passato a parità di ingaggio lordo, ma non solo.

Grandi vantaggi, infatti, arrivano anche per i club minori, propensi a fare affari fuori dall’Italia, tra questi anche il Palermo Calcio, da sempre poco interessato ad ingaggiare giocatori Made in Italy. Non a caso, infatti, la rosa del club di Viale del Fante conta e ha contato in questi anni un numero cospicuo di calciatori stranieri: da Javier Pastore a Paulo Dybala fino all’attuale capitano Ilija Nestorovski.

Le ultime notizie, dunque, fanno sorridere la piazza rosanero ma soprattutto la nuova proprietà, a lavoro per costruire una squadra che possa cercare di centrare l’obiettivo promozione in Serie A già nella prossima stagione: quello di Arkus Newtork, ha più volte ribadito il direttore generale Fabrizio Lucchesi, sarà un progetto basato sui giovani ma con un mix di giocatori esperti. Pertanto, grazie ai benefici fiscali di questo provvedimento – che entro il 29 giugno sarà convertito in legge dal Parlamento -, non è esclusa la possibilità che il mercato estivo possa portare a Palermo qualche grande nome proveniente dall’estero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy