Palermo, che ricordi in Europa: quattordici anni fa la sfida agli ottavi di finale con lo Schalke 04, Santana e Rinaudo…

Palermo, che ricordi in Europa: quattordici anni fa la sfida agli ottavi di finale con lo Schalke 04, Santana e Rinaudo…

I rosanero raggiunsero gli ottavi di finale venendo eliminati nella gara di ritorno dai tedeschi, all’andata al “Barbera” decise una rete di Franco Brienza

Dall’Europa alla Serie D, in quattordici anni. Quelli che sono passati da quando il Palermo ha raggiunto il punto più alto della sua storia nelle competizioni continentali, sfiorando la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Uefa“.

Apre così l’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia parlando della sfida di 14 anni fa degli ottavi di finale di Coppa Uefa, l’attuale Europa League, tra Palermo e Schalke 04. Una gara che all’andata fu vinta per 1-0 allo stadio “Renzo Barbera” dai rosanero grazie ad una rete realizzata da Franco Brienza che mandò in visibilio tutti i tifosi presenti sugli spalti, ponendo la squadra allora allenata da Papadopulo in una posizione di vantaggio in vista del ritorno.

All’AufSchalke Arena (il 16 marzo 2006), però, i rosanero non riuscirono a passare, nonostante in campo ci fosse quasi la miglior formazione possibile. Andujar tra i pali, davanti lui linea a quattro con Zaccardo, Barzagli, Terlizzi e Conteh; in mediana Corini in cabina di regia, con Mutarelli e Barone ai suoi fianchi; in avanti tridente composto da Gonzalez, Godeas e Santana.

L’inizio gara per Palermo fu abbastanza buono, ma al 44′ i padroni di casa passarono in vantaggio: Corini salva sulla linea con una mano, rosso per il numero 5 rosanero e calcio di rigore. Dal dischetto Kobiashvili trasforma non lasciando scampo al portiere argentino. Complice l’inferiorità numerica nella ripresa lo Schalke raddoppiarono al minuto 72 con Larsen, per poi chiudere i conti con Azaouagh.

Una partita che resterà nella storia per molto altro tempo, col Palermo che in quell’occasione raggiunse il punto più alto mai toccato in Europa. Oggi, in Serie D, di quella squadra sono rimasti solo Mario Alberto Santana, tornato per riportare i colori rosanero tra i professionisti e Leandro Rinaudo, che svolge il ruolo di direttore tecnico del settore giovanile del club di viale del Fante…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy