Napoli-Liverpool, Ancelotti alla vigilia: “Loro i più forti, ma noi non ci snatureremo. Ho un obiettivo…”

Napoli-Liverpool, Ancelotti alla vigilia: “Loro i più forti, ma noi non ci snatureremo. Ho un obiettivo…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Champions League in programma domani sera al San Paolo

“Sarà un buon test, è l’inizio del girone e noi vogliamo passarlo”.

Parola di Carlo Ancelotti. Il tecnico del Napoli è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia dell’esordio in Champions League dei partenopei contro il Liverpool di Jürgen Klopp: oggetto di discussione, anche il momento della sua squadra in vista della sfida in programma domani sera al San Paolo.

“Ci confrontiamo con i campioni d’Europa e non hanno avuto alcune défaillance. Sarà difficile ma molto eccitante. I favoriti? Di solito i campioni d’Europa partono favoriti, quindi dico Liverpool perché hanno vinto la Champions. Non vogliamo snaturare la nostra identità e l’idea di calcio. Vogliamo prendere spunto dai problemi avuti contro di loro e dalle cose buone fatte. Difensivamente abbiamo fatto bene, poi subentra la qualità dei calciatori che abbiamo e per vincere la dobbiamo mostrare. Il Liverpool è cresciuto, è aumentata la consapevolezza. Ma siamo cresciuti anche noi, c’è più qualità e conoscenza nella rosa. Mi aspetto una gara combattuta e intensa come l’anno scorso, speriamo anche con lo stesso risultato. Immagino una partita che sappia difendere quando deve e che sappia contrattaccare quando è richiesto. Bisogna fare una partita completa, senza preoccuparsi troppo di controbattere l’avversario ma cercando di imporre la propria qualità”, sono state le sue parole.

LOZANO E NON SOLO – “Lozano è un ragazzo umile, serio e intelligente. Ha grande qualità, ne ha mostrato solo in parte perché è qui da poco. Credo che farà benissimo, ho pochi dubbi per la generosità che mette. Le squadre sono protagoniste, un allenatore non deve incidere. Esistono due tipi di allenatori: chi distrugge e chi non incide, e io spero di appartenere alla seconda categoria. La rosa è molto competitiva e con qualità in ogni reparto, si può competere su tutti i fronti. Dobbiamo passare il girone, che è l’obiettivo finale, non come è successo l’anno scorso e penso che ce la possiamo fare”.

CHAMPIONS LEAGUE – “Al Liverpool sono legate le mie grandi delusioni come le finali del 1984 e del 2005, ma anche grandi soddisfazioni come la finale del 2007. Mi ispira simpatia, perché Anfield ha un’atmosfera particolare grazie ai suoi tifosi. Il ruolo del Napoli in Champions vuole essere da protagonista, poi il cammino dipende da tanti fattori. Dobbiamo pensare solo a superare il gruppo, poi dopo si vede. UKoulibaly e Van Dijk sono tra i migliori centrali del mondo, per qualità esperienza e carattere”, ha concluso Ancelotti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy