Milan, Giampaolo: “Mercato? Grande fiducia nei miei dirigenti, Suso può fare la differenza”. E su Modric e Bennacer…

Milan, Giampaolo: “Mercato? Grande fiducia nei miei dirigenti, Suso può fare la differenza”. E su Modric e Bennacer…

Le parole del tecnico del Milan, Marco Giampaolo, relative al mercato in entrata e in uscita

Il Milan si prepara al suo primo test stagionale.

Nonostante il ritiro non sia ancora giunto al termine, per il Diavolo, è già tempo di tirare le prime somme: gli incontri contro Monaco e Benfica in ICC, infatti, daranno modo al tecnico Marco Giampaolo di tracciare un bilancio valutando lo stato di preparazione della sua squadra a poco più di un mese dal suo arrivo. L’allenatore, intervenuto ai microfoni di “Sky Sport” a poche ore dalla partenza per gli States, ha parlato così dei primi 10 giorni di ritiro a Milanello.

“Sono stati 10 giorni di ottimo lavoro, devo dire di aver trovato un gruppo di calciatori curiosi, con un alto livello di professionalità, attenzione e buono spirito. Le strutture di Milanello e il personale sono fantastici e non potevo trovare di meglio, sono contento di questi 10 giorni. Diciamo sempre che siamo in luna di miele in questo periodo, i calciatori sono stati straordinari per dedizione e attenzione. Io ho grande fiducia nel lavoro dei miei dirigenti, hanno qualità e competenze, poi sanno di cosa abbiamo bisogno. Il tempo ci accomuna tutti, sarà determinante, siamo tutti legati a questi aspetti. Ne sono consapevole, la situazione ottimale per ogni allenatore è lavorare con un gruppo formato fin dall’inizio, ma non è così né per me né per gli altri. Ogni discussione di questo tipo va affrontata all’interno del club”.

Inevitabile la parentesi relativa al futuro di Suso e Cutrone: “Suso mi ha dato grande disponibilità, ora sta lavorando da trequartista molto bene, è un giocatore forte che sa andare in uno contro uno e sa fare letture. Sono soddisfatto del suo lavoro, può fare la differenza. Gli sviluppi di mercato e le altre situazioni che vanno al di sopra di me e non mi competono, ne va parlato con Maldini, Massara e Boban. Io ad oggi ne alleno 22, di cui 7-8 primavera, e cerco di tirare fuori il meglio da loro. Cutrone l’ho soltanto visto ma non l’ho ancora allenato, partirà con noi e dovrà mettersi a lavorare a regime insieme agli altri. Valuterò in America con il tempo che avremo a disposizione per lavorare, perché anche lì sarà un po’ complicato. In questa settimana la squadra è andata oltre le mie aspettative per la capacità di apprendere velocemente, mi hanno sorpreso. Mi aspetto di consolidare alcune cose e migliorarne altre, so che il tempo potrà essere il mio primo alleato”.

Intercettato all’aeroporto di Malpensa dalla stampa presente, il tecnico ex Sampdoria, si è inoltre espresso sul mercato in entrata: “Ho grande fiducia nei miei dirigenti e nel loro lavoro. Hanno qualità, competenze e sanno di cosa abbiamo bisogno. Il tempo sarà determinante, ma per me come per i miei colleghi. La situazione ottimale è lavorare con il gruppo al completo ma non è possibile né per me né per gli altri. Bennacer? Siamo contenti per lui per la vittoria in Coppa d’Africa, per il resto dovete parlare con Maldini. Modric? Dovete chiedere a Maldini”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy