Mancini: “La Juventus può rimontare l’Atletico Madrid. Icardi? Era il mio capitano, lo scelsi perchè…”

Le dichiarazioni del c.t della Nazionale, Roberto Mancini: “Percorso di crescita dell’Italia? Siamo sulla buona strada”

Mancini

Parla Roberto Mancini.

Il commissario tecnico della Nazionale Italiana, intervenuto ai microfoni di Tiki Taka ha affrontato diversi temi: dalla guerra fredda tra Mauro Icardi e l’Inter, alle chance di rimonta della Juventus in Champions League, fino ai suoi azzurri, soffermandosi nello specifico sul gioiello della Roma, Nicolò Zaniolo.

– ICARDI“La decisione di dare la fascia a Mauro ai tempi dell’Inter? Io non ho mai avuto problemi con lui, per me era un giocatore fondamentale e che poteva essere importante per la storia dell’Inter. C’era da scegliere il capitano e scelsi lui”.

JUVENTUS: “Atletico Madrid squadra difficile da affrontare, in casa diventano fastidiosi in diverse situazioni perché si aggrappano a tutto. E’ una squadra di carattere come il suo allenatore. Adesso i bianconeri devono giocare sapendo di dover fare tre gol. La Juventus è una squadra esperta e potrebbe farcela anche perchè ora c’è CR7. Simeone? Ha fatto un brutto gesto, penso che lui sia il primo a saperlo. Si è scusato, forse verrà squalificato”.

– ITALIA: “Percorso di crescita? Siamo sulla buona strada. C’è una generazione di ragazzi giovani che hanno bisogno di giocare e di fare esperienza. Il ruolo di Zaniolo? Penso che Di Francesco lo conosca meglio di me vedendolo ogni giorno in allenamento, in questo momento gli sta andando tutto bene, è bravo, secondo me è una mezzala. Lo avevo seguito all’Europeo Under-19 insieme ad altri 2-3 giocatori, non sapevo nemmeno che fosse dell’Inter in quell’occasione”.

– MILAN: “È una squadra con degli ottimi giocatori, soprattutto gli ultimi due acquisti di gennaio. Gattuso conosce molto bene il calcio. Donnarumma ha ritrovato serenità dopo la scorsa stagione tormentata? È un ragazzo giovane che sta ancora maturando nonostante le molte presenze in Serie A. In Nazionale è sempre andato bene ma a livello di portieri non abbiamo difficoltà. Oltre a lui ci sono Sirigu, Perin e Meret”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy