Juventus, Sarri: “Higuain si allena bene, CR7 è il migliore della squadra. Sul mercato…”

Juventus, Sarri: “Higuain si allena bene, CR7 è il migliore della squadra. Sul mercato…”

Il tecnico dei bianconeri ha commentato la sconfitta subita contro gli Spurs, terminata 2 a 3

La Juventus perde la prima amichevole stagionale.

Nella giornata di oggi i bianconeri hanno affrontato il Tottenham in quella che è stata la prima uscita della nuova gestione Maurizio Sarri: la gara si è conclusa 3 a 2 per gli Spurs, che hanno trionfato con le reti di Erik LamelaLucas ed Harry Kane (che ha segnato al termine della gara con uno splendido tiro dal centrocampo) vanificando i gol di Gonzalo HiguainCristiano Ronaldo.

Al termine del match il tecnico dei bianconeri è intervenuto in conferenza stampa, commentando così la prestazione dei due centravanti, entrambi a segno: “L’aspetto positivo è l’atteggiamento, Gonzalo si sta allenando con un buon piglio. Stasera ha fatto bene. E’ anche vero che ha meno inattività rispetto ai suoi compagni attuali perché l’anno scorso ha giocato partite importanti fino all’ultimo giorno di maggio, mentre i ragazzi della Juventus hanno fatto un finale in cui non avevano assolutamente più niente da chiedere. Molto probabilmente sta beneficiando anche di questo, ma al di là del gol e della prestazione di questa sera l’atteggiamento in allenamento è molto positivo. Ronaldo? Cristiano è il miglior giocatore di questa squadra, perciò dobbiamo organizzare bene gli altri dieci per la fase difensiva, ma lui può andare ovunque in campo. E’ il migliore e per lui è importante essere libero in campo“.

Infine un commento sul mercato: “Io non voglio occuparmi molto di mercato perché penso sia giusto così e perché ho una visione del mercato nettamente inferiore rispetto a quelli che sono addetti a farlo. Magari ci sono campionati che non conosco in cui si stanno esprimendo giocatori che non conosco, perciò meglio lasciarlo a chi lo deve fare. Abbiamo una rosa molto ampia in certe zone del campo e ristretta in altre, ma stiamo parlando di una situazione in cui ho sette giocatori a Torino infortunati e cinque che devono rientrare dalle nazionali. Penso che la società da qui alla fine del mercato farà qualcosa in entrata ma dovrà fare anche qualcosa in uscita: abbiamo talmente tanti giocatori in questo momento che ne dovremo tenere fuori due o tre dalla lista Uefa. Qualcosa sicuramente dobbiamo fare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy