Juventus, Mauro stronca Dybala: “L’hanno tenuto perché non sono riusciti a cederlo. Paulo non da top club”

Le parole dell’ex Juventus sulla lotta scudetto e sull’attuale momento vissuto dalla “Joya”

juventus

Massimo Mauro senza peli sulla lingua.

L’inarrestabile corsa del Milan, il convincente avvio di stagione dell’Inter e le troppe battute d’arresto della Juventus. Il 2020 saluta così “le big” di Serie A, reduci da periodi diametralmente diversi, che hanno acceso la lotta scudetto. Un argomento scottante su cui anche l’ex bianconero Massimo Mauro, si è espressoai microfoni di Radio 24 durante la trasmissione “Tutti Convocati” in cui si è soffermato anche sulla situazione Paulo Dybala. 

Sembra l’anno del Milan. L’Inter è una corazzata straordinaria e fanno bene a restare sotto traccia, ma se fa la presuntuosa rischia di perdere. Dybala? Quando un giocatore con le caratteristiche straordinarie come lui non esplode vuol dire che qualcosa non va per il verso giusto, tanto è vero che la società lo aveva ceduto. Ce lo ha lì e deve recuperarlo. L’argentino non è mai stato con la testa giusta in bianconero, è sempre stato un giocatore da ‘vorrei ma non posso’. Te lo tieni perché non sei riuscito a venderlo, poi non è un cretino, se deve andare in campo gioca. Lui è una punta, ma da punta non è da grandissima squadra. La Juve non si può fermare a Dybala, Pirlo deve ritrovare la squadra che ha battuto il Parma. Devono giocare deve stare alta, se indietreggiano diventa una squadra normale e Bonucci va in crisi. Il lavoro dell’allenatore sarà far dare il massimo ai giocatori in difficoltà. l’importante è solo non rompere le scatole a CR7“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy