Giulia Nicastro, l’arbitro donna insultata da genitori e ragazzini: è la fidanzata di Stefano Moreo. Il Palermo…

Giulia Nicastro, l’arbitro donna insultata da genitori e ragazzini: è la fidanzata di Stefano Moreo. Il Palermo…

Un episodio sconcertante, quello avvenuto nel corso della partita tra Treporti e Miranese, gara valida per la categoria Giovanissimi: i dettagli

“Pensa, credi, sogna e osa” è il suo motto.

Giulia Nicastro, giovane arbitro che ha diretto la gara di Giovanissimi tra Treporti e Miranese, è stata insultata pesantemente da ragazzini e genitori nel corso dell’intera partita, andata in scena a Mestre lo scorso mercoledì. Un episodio a dir poco increscioso e davvero complicato da mandar giù, soprattutto per chi come lei ha sempre cercato di dare il massimo per uno sport a cui è particolarmente legata.

“Già dal primo minuto di gara un gruppo di genitori del Treporti, probabilmente una ventina, ha cominciato a offendere la ragazza con insulti a sfondo sessuale. E così è stato per tutta la partita”, ha spiegato Franco Venerando, presidente veneziano dell’associazione degli arbitri, ai microfoni del noto quotidiano ‘La Repubblica’.

Gli insulti sono stati continui e piuttosto pesanti, nonostante gli organizzatori del torneo le abbiano chiesto di tenere duro. “Vatti a prostituire”, le hanno urlato a più riprese dagli spalti e non solo, con uno dei giovani quattordicenni in campo che si è abbassato i pantaloncini, sfidando l’arbitro stesso. Il ragazzo è stato poi sospeso e per la società Treporti è arrivata una multa di 100 euro.

Sulla vicenda si è anche espresso il capo degli arbitri italiani, Marcello Nicchi: “Che cosa dovrei commentare? Queste sono persone che devono essere allontanate dal calcio, se una società non è in grado di gestire dei ragazzi di 14 anni deve essere radiata. Qui non stiamo parlando di una partita di calcio, qui stiamo parlando della cultura delle persone. Quanto è successo è semplicemente vergognoso. Come arbitri siamo tutti vicini a Giulia, ha grande forza e temperamento. Lo sta dimostrando”, sono state le sue parole.

Tutti in queste ore hanno cercato di stare vicini a Giulia Nicastro, a partire dal fidanzato, l’attaccante del Palermo Stefano Moreo. E tra i messaggi di vicinanza, anche quello da parte della società di viale del Fante. “L’U.S. Città di Palermo e la Sporting Network esprimono la propria solidarietà all’arbitro Giulia Nicastro, fidanzata dell’attaccante rosanero Stefano Moreo”, ha scritto il club sui propri canali social.

“Venerdì la prima prova sul campo, ieri mattina la seconda: un torneo internazionale, una sfida tra Venezia e Verona, categoria Giovanissimi – prosegue ‘La Repubblica’ –. Nello spogliatoio, indossata la divisa e con il pallone in mano, l’arbitro Giulia Nicastro avrà ripensato al suo motto. Sogna e osa. Dopo i tre fischi finali si è sentita meglio. E al presidente degli arbitri veneziani è riuscita a dire: Finalmente mi è tornato il sorriso”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy