Genoa-Fiorentina, Montella: “Ribery non è ancora pronto, voglio una squadra aggressiva. Mercato? Meglio avere problemi di abbondanza”

Genoa-Fiorentina, Montella: “Ribery non è ancora pronto, voglio una squadra aggressiva. Mercato? Meglio avere problemi di abbondanza”

Le dichiarazioni del tecnico della Viola, Vincenzo Montella, alla vigilia della sfida contro il Grifone

Giornata di vigilia per i gigliati.

Dopo il ko nell’esordio stagionale contro il Napoli, la Fiorentina, sarà chiamata a scendere in campo contro il Genoa nella seconda giornata di Serie A. Test, quello di Marassi, che per i gigliati non si prospetta tra i più semplici. Ne è conscio il tecnico Vincenzo Montella espressosi in conferenza stampa proprio alla vigilia della sfida.

“Mi aspetto che la squadra risponda con la stessa aggressività, entusiasmo e coraggio mostrato contro il Napoli. Se fossimo stati più esperti come partite giocate a certi livelli probabilmente dopo il 3-3 non l’avremmo persa quella partita. L’entusiasmo e la foga ci hanno portato a perderla forse, ma sono rischi che abbiamo deciso di correre, sono preventivati. I nostri giovani ci hanno dato verve e vivacità di cui l’ambiente aveva bisogno“.

“Domani – ha continuato il tecnico – sarà difficile essere la migliore Fiorentina, il Genoa è una squadra rinnovata, una buona squadra. Sarà una battaglia sportiva vera e ci sarà bisogno della massima concentrazione. Gli arbitri dopo il Napoli? Bello che venga riconosciuto, sono stati bravi ad ammettere di essersi sbagliati. Sul rigore di Mertens è stato fatto un errore gravissimo, su quello di Ribery se ne può discutere. Comunque sono stati bravi, Rizzoli mi piace molto, i suoi errori li accettavo più volentieri”.

L’allenatore si è inoltre espresso sul mercato: “Abbiamo le idee chiare, abbiamo deciso dopo la tourneé di credere nei nostri ragazzi. Abbiamo deciso di inserire giocatori funzionali con più esperienza che aiutino a crescere i nostri giovani, questa è la valutazione nostra, della società. Io più giocatori arrivano e più contento sono, se sono bravi ancora di più. Preferisco avere problemi di abbondanza. Abbiamo tanti giocatori indecisi sul futuro ancora, ma bisogna adattarsi, un allenatore deve essere pronto a convivere con queste situazioni”.

Chiosa finale su Ribery:Ribery? Non è ancora pronto, già con il Napoli l’ho forzato. Sicuramente non partirà dall’inizio, ma se ci sarà l’opportunità di inserirlo lo farà. Caceres? Ha fatto tutto l’allenamento con la squadra, sta bene, o almeno mi sembra stia bene. Dalbert? Sta benissimo, sicuramente è quello che a livello fisico sta più avanti. Credo sia in grado anche di giocare novanta minuti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy