Fiorentina-Spezia, Prandelli: “In campo con rabbia e consapevolezza. Dovremo lottare per non retrocedere”

Le parole del tecnico della Viola alla vigilia della sfida contro lo Spezia

fiorentina

Giornata di vigilia per la Fiorentina.

Archiviato il ko contro la Sampdoria, la Fiorentina è pronta a tornare in campo per affrontare lo Spezia di Vincenzo Italiano. Una prova importante per la viola, chiamata a riscattarsi per conquistare importanti punti in chiave salvezza. Lo sa bene Cesare Prandelli che, intervenuto nella consueta conferenza stampa pre-gara, si è soffermato sull’importanza della gara che andrà in scena tra poco più di 24 ore.

La rabbia e la consapevolezza ci devono spingere a buttare in campo tutto questo per dimostrare chi siamo. La squadra ha dimostrato di avere spirito e idea di gioco. Faremo una grande prestazione, perché siamo obbligati a farlo contro una squadra che gioca il miglior calcio d’Italia. Ci sono delle preoccupazioni ma sappiamo che ogni partita ha la propria storia. Noi dobbiamo fare la partita per i tre punti”.

“Era un mercato di scontenti dove ci sono stati molti scambi. Abbiamo cercato di prendere i calciatori che ci servivano, non abbiamo la panchina corta. Callejon? Con lui sono stato chiaro. E’ una persona perbene e capisce le difficoltà della squadra. Nonostante non giochi titolare per me è sempre un calciatore molto positivo. Italiano? Su Vincenzo ho solo belle parole. Quando sono arrivato a Verona era un ragazzino ma dopo qualche settimana gli ho dato una maglia da titolare. Si sta costruendo una carriera meritatissima. I complimenti che sta ricevendo sono meritati. Adesso dobbiamo fare punti, purtroppo negli ultimi anni la Fiorentina ha lottato per non retrocedere. Speriamo di fare tanti punti in poche partite, ma penso che fino alla fine del campionato sarà così. Tutti i miei calciatori si sono calati nella situazione, ovvero che dovremo lottare per non retrocedere”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy