Champions League, Porto-Juventus 2-1: disfatta al ‘do Dragao’, Chiesa accorcia le distanze e riapre il discorso qualificazione

Il Porto affonda la Juventus nella sfida valida per l’andata degli ottavi di finale di Champions League

juventus

Flop della Juventus al ‘Do Dragao’ di Oporto.

Serata da dimenticare per la Juventus di Andrea Pirlo, caduta sotto i colpi del Porto, nella sfida valida per l’andata degli ottavi di Champions League svoltasi questa sera allo stadio ‘Do Dragao’ di Oporto. Se la prima frazione di gioco era cominciata nel peggiore dei modi con la papera di Bentancur – costata il gol del vantaggio dei padroni di casa, nel secondo tempo non è andata meglio. La squadra, rimaneggiata a causa delle tante assenze, si è mostrata incapace di reagire al gol del primo tempo subendone un altro al 46° facendosi beffare da un’azione non irresistibile dei portoghesi. Ad accorciare le distanze – tenendo accesa la fiamma della qualificazione – la rete di Federico Chiesa che, su cross dalla sinistra di Rabiot, beffa il portiere del Porto all’82°.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy