Barcellona, Suarez e l’addio al veleno: “Mi hanno fatto fuori, pensavano fossi vecchio. Meritavo rispetto”

Le parole dell’attaccante dell’Atletico Madrid sullo spinoso divorzio dal Barcellona

barcellona

Suarez torna sul suo addio al Barcellona.

Non si spengono i riflettori sul divorzio tra Luis Suarez e il Barcellona. Dopo 6 stagioni e 198 gol, l’uruguaiano, ha lasciato il club blaugrana durante la sessione estiva di mercato per sposare successivamente il progetto dell’Atletico Madrid. Un addio sofferto quello del classe ’87, ripercorso dallo stesso Suarez durante un’intervista concessa a “France Football”.

Quello che mi ha davvero infastidito è che mi hanno detto che a causa della mia età non potevo più giocare ai massimi livelli ed essere al livello di una grande squadra – esordisce l’attaccante dell’Atletico Madrid. Il Barcellona mi ha fatto fuori, mi hanno comunicato che non puntavano più su di me. Avevo ancora il contratto, ma mi hanno detto che non mi avrebbero più considerato. Meritavo un certo rispettoSe non avessi mostrato nulla al Barcellona per tre o quattro stagioni avrei capito la loro decisione. Ho segnato più di 20 gol ogni stagione e per statistiche ero dietro solo a Messi”.

Suarez ha poi spiegato i motivi che lo hanno spinto ad approdare all’Atletico Madrid: “Dopo aver capito che non sarei rientrato più nei piani, con tutto il mio orgoglio mi sono detto che avrei dimostrato di essere ancora competitivo. È per questo che ho scelto i Colchoneros, un club molto ambizioso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy