Qualificazioni Euro2020, Finlandia-Italia 1-2: Immobile e Jorginho firmano il sesto successo consecutivo

Qualificazioni Euro2020, Finlandia-Italia 1-2: Immobile e Jorginho firmano il sesto successo consecutivo

Il commento della sfida tra la Finlandia e l’Italia valida per le qualificazioni agli Europei del 2020

L’Italia batte la Finlandia.

Tra le mura del Tampereen Stadium è andata in scena la sfida tra la Finlandia e l’Italia, valida per le qualificazioni agli Europei del 2020: gli azzurri erano alla ricerca del settimo successo consecutivo per raggiungere definitivamente l’obiettivo di partecipare ai gironi della competizione.

Partono meglio i padroni di casa, che dopo soltanto quattro minuti costruiscono la prima occasione da gol con Toivo: il difensore classe ’88 riceve palla all’interno dell’area di rigore ma non riesce a centrare lo specchio della porta. Dopo pochi minuti Roberto Mancini è già costretto a giocarsi la prima sostituzione: problema muscolare per Emerson Palmieri dopo uno scatto in profondità, al suo posto entra Alessandro Florenzi. La gara procede a ritmi bassi, la Finlandia si difende molto bene e prova con calma a costruire la manovra offensiva mentre l’Italia cerca di recuperare il possesso e ripartire in velocità grazie alle accelerazioni di Federico Chiesa. Nessuno dei due club riesce a trovare la via del gol e il primo tempo termina così con il risultato di 0 a 0.

La partita cambia totalmente nel secondo tempo, e al minuto 59 gli Azzurri riescono finalmente a sbloccare il risultato: Chiesa avanza sulla fascia destra e crossa al centro in direzione di Ciro Immobile, che colpisce di testa e manda la palla sotto la traversa, 0 a 1. L’Italia prova a chiudere i conti ma la Finlandia reagisce molto bene, continuando a spingere e trovare la rete del pareggio al 70′Pukki entra in area di rigore e viene messo giù da Sensi, il direttore di gara non ha dubbi e indica il dischetto del rigore. Dagli undici metri va proprio l’attaccante del Norwich, che calcia centralmente e batte Donnarumma1 a 1.

Reazione d’orgoglio dell’Italia che dopo otto minuti riprende in mano la gara: Barella calcia dalla distanza, la palla sbatte sul braccio, attaccato al corpo, di Vaisanen ma l’arbitro assegna il calcio di rigore. Dal dischetto va Jorginho che calcia con il suo solito stile e batte Hradecky1 a 2. Vince ancora l’Italia che ottiene il settimo successo su sette gare disputate e

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy