Polonia-Italia, Mancini: “Nessun dramma, sarà solo una partita di calcio. Per costruire una Nazionale non bastano cinque partite…”

Polonia-Italia, Mancini: “Nessun dramma, sarà solo una partita di calcio. Per costruire una Nazionale non bastano cinque partite…”

Le dichiarazioni del c.t azzurro, Roberto Mancini, intervenuto in conferenza stampa in vista di Polonia-Italia

Polonia-Italia sarà un vero e proprio spareggio.

Le due nazionali, a quota 1 punto dopo le prime due partite del girone 3, cercheranno a tutti i costi la vittoria per evitare la retrocessione nella Lega B della prossima edizione della Nations League. Gli azzurri arrivano al match dopo l’1-1 di Genova nell’amichevole con l‘Ucraina, la nazionale polacca, invece, dalla sconfitta contro il Portogallo, orfano di Cristiano Ronaldo.

Il c.t Roberto Mancini, intervenuto in conferenza stampa, ha presentato il match, in programma questa sera alle ore 20:45, analizzandone tutte le difficoltà: “Abbiamo iniziato questo percorso a maggio con l’obiettivo di mettere insieme questa squadra e di portarla all’Europeo. Per ora il Portogallo è meglio di noi e giustamente si trova in testa. Probabilmente ci giochiamo il secondo posto con la Polonia. Se dovessimo perdere non è che non giocheremmo più, non è che non andremmo agli Europei. Lo stesso potrebbe succedere anche alla Germania, alla Croazia o all’Inghilterra. È stata fatta questa Nations League per non prendere sotto gamba le amichevoli. Nessun dramma, sarà solo una partita di calcio. Per ora l’obiettivo è fare una bella Nations League, poi il prossimo obiettivo lo tracceremo in un secondo momento. Non sarà semplice, ma quando troveremo il gruppo giusto non avremo problemi a schierare la squadra per l’Europeo”.

Sull’attuale situazione dell’Italia: “Non vinciamo da cinque mesi? Per costruire una Nazionale non bastano cinque partite. Così come per vincere serve un centravanti che fa gol. Contro l’Ucraina abbiamo fatto una bella prestazione per 60 minuti, poi siamo calati. Noi dobbiamo soltanto continuare sulla nostra strada. Domani lo stadio sarà pieno e sarà bello giocarci. Verratti è un giocatore che ha qualità, che ci serve. Anche lui ha bisogno di tempo per conoscere me e i compagni, ma a Genova ha fatto una bella prestazione. Dategli tempo di ritrovare il top della condizione. Per quanto riguarda Immobile, invece, sono felicissimo se continua fare gol con la Lazio. Li faccia anche con la Nazionale”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy