Mancini: “Sarri tornerà alla Juventus con più esperienza. Nostri screzi? Sono acqua passata”

Mancini: “Sarri tornerà alla Juventus con più esperienza. Nostri screzi? Sono acqua passata”

Le parole del Ct dell’Italia, Roberto Mancini, relative alla Nazionale ai temi più caldi della Serie A

La Serie A si prepara a riabbracciare Maurizio Sarri.

Prosegue il valzer delle panchine in Serie A con il tecnico ex Chelsea sempre più vicino ad approdare alla Juventus, dopo l’addio di Massimiliano Allegri. Approdo, quello dell’allenatore ex Napoli, che sta facendo parlare di sé già da qualche settimana. Tra le tante figure del mondo del calcio espressesi sull’argomento anche il Ct dell’Italia, Roberto Mancini, tornato a parlare della querelle con Sarri avvenuta nel 2016 a margine di una gara di Coppa Italia tra Inter e Napoli.

“Gli screzi con Sarri sono acqua passata, chi va all’estero torna con ancora più esperienza – ammette Mancini durante “Calciomercato – L’originale” su Sky Sport – credo che gli allenatori italiani che vanno all’estero fanno un’esperienza straordinaria e ritornino arricchiti e la stessa cosa accadrà per Sarri”.

Il commissario tecnico della Nazionale si è inoltre espresso sul giovane talento giallorosso Nicolò Zaniolo, convocato in Nazionale ancora prima dell’esordio con la Roma: “Come mai l’ho convocato così presto? Sono vent’anni che faccio l’allenatore qualcosa ne capirò. Credo in ogni caso che abbiamo molto da lavorare e da migliorare, ogni partita facciamo uno step in più, i giocatori sono tutti bravi, si trovano bene tra di loro, abbiamo riportato entusiasmo e ora dipende da noi: dobbiamo migliorare da oggi fino al prossimo maggio per essere pronti per l’Europeo”.

Chiosa finale su Rocco Commisso, nuovo presidente della Fiorentina: “Lo conosco perché Andrea (suo figlio, ndr) ha giocato ai Cosmos. È un grande appassionato di calcio, della Nazionale, il calcio per lui è una grande passione”. Applausi, infine, per il lavoro che sta svolgendo Milena Bertolini alla guida della Nazionale femminile: “Ho grande rispetto per il lavoro che ha svolto. Ha una grande passione, ci tiene tantissimo, credo che questa sia una cosa straordinaria. Partecipare al Mondiale dopo tanti anni è una cosa bellissima e averlo iniziato così è anche meglio”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy