Liechtenstein-Italia, Mancini: “Europei? Nessuno ha Messi. Non paragonatemi a Pozzo…”

Liechtenstein-Italia, Mancini: “Europei? Nessuno ha Messi. Non paragonatemi a Pozzo…”

Il ct dell’Italia è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Liechtenstein

L’Italia è pronta a tornare in campo.

Il successo con la Grecia ha permesso agli Azzurri di qualificarsi agli Europei del 2021 con ben tre giornate d’anticipo, ma non per questo i calciatori avranno intenzione di mollare la presa: al ct Roberto Mancini manca infatti soltanto una vittoria per eguagliare il record di Vittorio Pozzo (nove successi consecutivi) e vincere tutte le partite rimanenti è sicuramente un modo perfetto per presentarsi al meglio alla fase finale della competizione.

Alla vigilia del match contro il Liechtenstein, il ct della Nazionale è intervenuto in conferenza stampa, manifestando la sua voglia di continuare a giocare bene per vincere le gare rimaste: “Io come Pozzo? Mi mancano una partita vinta e due Mondiali. Pozzo è un mito, due Mondiali e un’Olimpiade, inutile parlare di niente. Capisco che chiedere uno stage non cambierebbe molto a noi. Se potessimo cambiare qualcosa sarebbe quella di finire il campionato prima ma per fare riposare un po’ i giocatori, non per averli prima. L’obiettivo è far bene per arrivare teste di serie all’Europeo. Mi piacerebbe gratificare quelli che hanno giocato meno, ma che si sono sempre preparati per giocare e che hanno risposto con gioia alle convocazioni, mi piacerebbe trovare qualche giovane per il dopo Europeo, ma mi piacerebbe anche essere testa di serie all’Europeo, è il primo obiettivo e quindi dobbiamo cercare di far bene nelle prossime gare. Siamo andati sotto con la Bosnia in una partita difficile perché loro fecero una prestazione straordinaria, abbiamo rischiato, ma alla fine abbiamo vinto, siamo andati sotto anche in Armenia, ma poi abbiamo ribaltato il risultato. All’Europeo ci saranno sicuramente delle difficoltà, ma credo che per noi sia un vantaggio trovare una squadra che se la gioca a viso aperto. A parte la Francia, che è una nazionale molto giovane e con enormi talenti, non vedo selezioni che hanno Messi. Se miglioriamo come squadra possiamo giocarcela con tutti“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy