Italia-Grecia 2-0: gli Azzurri strappano una qualificazione storica agli Europei del 2020

Italia-Grecia 2-0: gli Azzurri strappano una qualificazione storica agli Europei del 2020

L’Italia batte 2 a 0 la Grecia e si qualifica agli Europei del 2020: primo posto artimetico e record assoluto per la Nazionale di Roberto Mancini

L’Italia batte la Grecia.

Dopo quattro anni dall’ultima volta gli Azzurri sono scesi sul campo dello stadio Olimpico di Roma per affrontare la Grecia, match valido per le qualificazioni agli Europei del 2020. Gli uomini di Roberto Mancini indossano la nuova terza maglia, un omaggio alla casacca indossata dall’Italia in occasione della gara contro l’Argentina nel lontano 5 dicembre del 1954. Il colore verde porta fortuna ai ragazzi della Nazionale, che prova fin dal primo minuto del primo tempo a porre la gara su binari favorevoli: gli ospiti però si ritirano totalmente all’interno della propria metà campo riuscendo a resistere agli attacchi dell’Italia. Al 40′ prima grande occasione per gli Azzurri: bella accelerazione di Spinazzola sulla fascia sinistra, cross forte e teso in direzione di Immobile che tocca ma non riesce a battere il portiere della Grecia.

Al 55′ ancora pericoloso Immobile, che riceve il cross di D’Ambrosio e colpisce di testa trovando però la risposta attenta di Paschalakis. Cinque minuti dopo la Grecia ha però una clamorosa occasione per passare in vantaggio: Verratti regala agli avversari un contropiede potenzialmente letale, cross sul secondo palo per Koulouris che tocca ma non centra la porta. Il pericolo risveglia gli Azzurri che al minuto 62 hanno la chance più importante per cambiare il risultato: Insigne calcia verso la porta e trova le deviazione con il braccio di Bouchalakis, l’arbitro non ha dubbi e assegna il calcio di rigore. Dal dischetto va lo specialista Jorginho, che calcia con il suo caratteristico “saltello” e spiazza Paschalakis, 1 a 0.

Dominano i padroni di casa, che al 78′ trovano il gol del raddoppio con Federico Bernardeschi, subentrato nel primo tempo al posto dell’infortunato Chiesa: l’esterno della Juventus calcia dalla lunga distanza con il mancino e trova le deviazione decisiva di Giannoulis che beffa il proprio portiere, 2 a 0.

Il triplice fischio dell’arbitro sancisce la vittoria dell’Italia, che conquista una qualificazione record agli Europei del 2020: nessuna selezione azzurra aveva infatti ottenuto un posto nella fase finale della competizione con tre giornate di anticipo. Gli Azzurri certi matematicamente anche del primo posto nel gruppo J grazie alla sconfitta della Finlandia contro la Bosnia e il pareggio tra Armenia e il Liechtenstein.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy