Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

qual. mondiali

Italia, Donnarumma: “La rabbia è tanta. A Belfast dobbiamo vincere convincendo”

ROME, ITALY - JUNE 11: Gianluigi Donnarumma of Italy reacts during the UEFA Euro 2020 Championship Group A match between Turkey and Italy at the Stadio Olimpico on June 11, 2021 in Rome, Italy. (Photo by Filippo Monteforte - Pool/Getty Images)

Le parole del portiere della nazionale al termine della sfida contro la Svizzera pareggiata per 1-1

Mediagol (rdf) ⚽️

Il cammino che porta al Mondiale si complica visibilmente per l'Italia.

La formazione allenata da Roberto Mancini esce dallo stadio Olimpico con un pari, e rimanda il discorso qualificazione all'ultima giornata. Per gli azzurri sarà fondamentale battere l'Irlanda del Nord a Belfast e sperare di mantenere a proprio vantaggio la differenza reti di +2. Gli azzurri si sono presentati davanti ai microfoni sconsolati, con il rigore sbagliato nel finale da Jorginho che rischia di pesare come un macigno.

Al termine del match è intervenuto ai microfoni di Rai Sport il portiere della nazionale Donnarumma, che si è detto arrabbiato per il match, ma voglioso di scendere al più presto in campo a Belfast per battere l'Irlanda del Nord e conquistare il posto ai Mondiali del Qatar.

"Siamo arrabbiati. Davanti al nostro pubblico ci tenevamo a vincere. Dovevamo vincere anche in Irlanda prima e dobbiamo farlo assolutamente ora. Siamo arrabbiati ma concentrati e con lo stato d'animo giusto per affrontare una partita importante. E' normale essere arrabbiati ma non c'è da pensare perchè tra pochi giorni c'è una partita importante. Dobbiamo ricaricare subito l'energie e saremo pronti per fare una grande gara e vincere. Speriamo. Sarà una partita dura, lo sappiamo, però la affronteremo con l'aggressività giusta che serve a vincere la partita e andare al mondiale. Lo sa che può succedere. Deve essere sereno e recuperare ma noi gli staremo vicini perchè c'è una partita importante che può cancellare tutto. In questo momento dobbiamo pensare solo a vincere e a noi stessi. Quello che accade nell'altra partita lo vedremo poi. Dobbiamo pensare a vincere con qualche gol in più e vedremo cosa succede".

tutte le notizie di