Sconcerti: “Sarri fedele ai titolari come Caravaggio ai chiaroscuri, non merita di…”

Il noto giornalista e scrittore italiano, Mario Sconcerti, scrive anche del Napoli e del tecnico toscano all’interno del suo commento sul “Corriere della Sera”…

Le parole di Mario Sconcerti.

Il noto giornalista e scrittore italiano, originario di Firenze, scrive anche del Napoli e del tecnico toscano Maurizio Sarri all’interno del suo commento sul “Corriere della Sera“. Di seguito le sue interessanti considerazioni, con un paragone a sfondo artistico, in merito al rapporto dell’allenatore azzurro con i suoi giocatori titolari.

Il Napoli ha ripreso il suo cammino. Ha giocato benissimo a Torino, non segnava tre gol da cinque partite, ha avuto grande personalità contro un Torino quasi scolastico, soltanto vittima. Tornare in testa ha più importanza che esserci stati a lungo. E il Napoli lo ha fatto anche senza i gol di Mertens e Insigne. Alla prima settimana senza impegni ha subito ritrovato passo. Sarri non merita le critiche per la sua fedeltà ai titolari. È il suo complesso modo di essere. Come dire a Caravaggio di rinunciare ai chiaroscuri. Sarebbe un altro.

(Napoli, Dries Mertens: “Ho rifiutato la Cina per vincere lo scudetto al Napoli. Sarri stressato? Fuma cinque pacchetti di sigarette al giorno…”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy