Sarri: “La maglia del Napoli va onorata, sono deluso. Per diventare una squadra di livello bisogna…”

Sarri: “La maglia del Napoli va onorata, sono deluso. Per diventare una squadra di livello bisogna…”

Tutta l’amarezza del tecnico partenopeo dopo la brutta prestazione offerta dalla sua squadra in Europa League

Brutto k.o. per il Napoli, che al San Paolo, cade 3-1 sotto i colpi del Lipsia, e adesso la strada è tutta in salita per il ritorno in Germania.

Il tecnico Maurizio Sarri analizza la sconfitta: “Non si può prendere un gol come quello che abbiamo subito al ’93, con una partita ancora da giocare; non si può fare, ma è tutto quello che abbiamo fatto stasera che non si può fare. Abbiamo fatto una partita deludente, ci è mancato entusiasmo. E’ una squadra che non ha giocato con il piglio giusto per i colori che rappresenta e la storia che rappresenta, questo mi ha deluso molto”. L’allenatore toscano si dice deluso dalla prestazione offerta dai suoi: ” Le partite si possono vincere o perdere ma la mentalità deve essere sempre quella giusta, ho visto una squadra che ha giocato senza entusiasmo e senza fame, è un brutto segnale per mentalità. La maglia del Napoli va onorata, sono un po’ deluso da quello che ho visto”.

Sarri si augura che questa sconfitta non abbia ripercussioni sul morale dei giocatori: ” La sensazione è che questa squadra sia ancora indietro sotto il punto di vista della maturità perché non riesce a fare tutte le competizioni con lo stesso spirito, durante la stagione ce l’ho avuta fin dall’inizio e stasera mi conferma tutto. Quando non ci siamo con la testa diventiamo una squadra meno che normale, spero che questa sconfitta non abbia delle ripercussioni sotto il punto di vista morale”. 

Infine, secondo il tecnico, alla squadra manca ancora qualcosa per arrivare al livello delle grandi: “Quest’anno contro il Manchester City abbiamo fatto due grandi partite ma abbiamo poi pagato dazio in campionato con due pareggi. Ecco perché penso che questa squadra non abbia la capacità delle grandi di scaricare la tensione e ricaricarsi per il campionato. I giocatori non vanno presi in giro. È chiaro che l’obiettivo primario sia il campionato, ma bisogna anche capire che quando si gioca in Europa bisogna fare prestazioni di livello per non fare brutte figure. Stasera ho avuto la conferma bisogna fare passi avanti enormi per diventare una squadra di livello”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy