Napoli, Maksimovic: “Abbiamo parlato tanto con Gattuso, in debito con i tifosi. Il Barcellona…”

Napoli, Maksimovic: “Abbiamo parlato tanto con Gattuso, in debito con i tifosi. Il Barcellona…”

Il difensore del Napoli ha parlato della sfida imminente contro il Barcellona, valida per gli ottavi di finale della Champions League

Il Napoli si prepara ad un mese caldissimo.

Dopo aver battuto la Lazio e aver conquistato la semifinale di Coppa Italia, gli azzurri hanno vinto anche in campionato contro la Juventus, dando inizio ad un nuovo periodo di forma con l’obiettivo di risalire la classifica e conquistare la qualificazione alla prossima edizione della Champions League.

Napoli, Petagna: “Coronato un sogno, darò tutto me stesso. Spal? Ho una missione da portare ancora a termine”

A parlare del momento di forma del Napoli è intervenuto Nikola Maksimovic, che ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Dobbiamo subito voltare pagina e proseguire su questa strada. Sicuramente battere i campioni d’Italia ci ha dato grande fiducia ma adesso dobbiamo lavorare ancora con maggiore energia per proseguire sulla strada che abbiamo intrapreso. Siamo ancora molto indietro in classifica e non abbiamo dimostrato a pieno il nostro valore. Bisogna stare zitti ed essere concentrati su quello che dovremo fare in campo a partire da lunedì contro la Sampdoria. Servono punti per risalire, già lunedì ci aspetta una partita difficile e dovremo dare il massimo. Abbiamo parlato a lungo con Gattuso. Il primo obiettivo è raggiungere al più presto i 40 punti, poi guarderemo avanti“.

Sulla sfida di Champions League contro il Barcellona, valida per gli ottavi di Champions League: “Sì ma la nostra testa ora è solo per la gara di Genova. Dobbiamo sia dimenticare il successo con la Juve, sia la partita che ci aspetta col Barcellona. Dobbiamo vivere alla giornata perché solo così possiamo riprendere il cammino con continuità. Ci siamo persi all’inizio della stagione e il terreno da recuperare è tanto. Ovviamente vogliamo raggiungere l’Europa ma per ora non si devono fare calcoli. La partita importante è quella con la Samp“.

Sulle sue condizioni fisiche: “Sì, l’infortunio è passato, sto bene e sono a disposizione del mister. Ho lavorato tanto e spero da ora in poi di poter dare il mio contributo. Noi siamo in debito con i tifosi perché questa città merita di vedere sempre una squadra che lotta ad alti livelli. Purtroppo sinora non ci siamo riusciti ma la nostra promessa è che daremo tutto per questa maglia fino alla fine della stagione per rivedere il San Paolo che festeggia e per dare ai tifosi le gioie che desideriamo tutti“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy