De Laurentiis scopre le carte: “Ibrahimovic-Napoli, vi dico tutto. Mertens e Callejon? Possono andare via se…”

Le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Napoli a poche ore dalla sfida contro il Salisburgo: “Non entro nel merito delle scelte, ma ovviamente giocherà Milik”

Poco più di sette ore e sarà Salisburgo-Napoli, match valido per la terza giornata della fase a gironi di Champions League.

Intervenuto ai microfoni della stampa poco prima di partecipare al pranzo Uefa, il numero uno del club partenopeo Aurelio De Laurentiis ha di fatto aperto le porte ad un possibile trasferimento di Zlatan Ibrahimovic alla corte di Carlo Ancelotti. Il contratto che lega attualmente l’attaccante svedese ai Los Angeles Galaxy, d’altra parte, scadrà il prossimo 31 dicembre 2019. E nei giorni scorsi lo stesso calciatore ha speso parole al miele per il tecnico azzurro e per il Napoli.

“Vedendo l’amore di quella città mi verrebbe quasi la voglia di provare un’esperienza al Napoli: sarebbe fantastico replicare ciò che fece Maradona. Non sto dicendo che andrò là, la decisione finale dipenderà da vari aspetti, ma quella è una piazza che crea entusiasmo: con me il San Paolo sarebbe pieno ogni domenica. E poi c’è Ancelotti, un grande”, ha dichiarato di recente.

DE LAURENTIIS – “Zlatan è un amico, l’ho conosciuto a Los Angeles perché eravamo nello stesso albergo. L’ho invitato a cena con moglie e figli e abbiamo passato una serata strepitosa. Potrebbe essere un desiderio vederlo in azzurro più che una suggestione, dipende solo da lui”, sono state le sue parole.

Poi, il presidente del Napoli ha annunciato che questa sera, a sorpresa, giocherà Milik. “Non entro nel merito delle scelte, ma ovviamente giocherà Milik che ha bisogno di continuità dopo la doppietta di sabato. Mi fa ridere quando vedo critiche a Lozano. Ha bisogno di tempo per ambientarsi, poi non possiamo sempre metterlo in campo, abbiamo tanti calciatori forti. Fin qui non mi aspettavo nulla di diverso, abbiamo cambiato tanto negli ultimi 18 mesi e abbiamo bisogno di tempo. Il Salisburgo è una squadra molto forte, eccitata in campo quasi, spero i miei siano eccitati abbastanza per mostrare la propria forza. Mertens e Callejon? A Mertens e Callejon ho fatto un’offerta, adesso vediamo. Ho proposto di mantenere stesso ingaggio pur arrivando in la con l’età. Poi se vogliono andare altrove perché prendono di più, non mi opporrò”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy