Shamrock Rovers-Milan, Pioli alla vigilia: “Vogliamo i gironi, tutto sulle condizioni di Ibrahimovic. Tonali…”

Shamrock Rovers-Milan, Pioli alla vigilia: “Vogliamo i gironi, tutto sulle condizioni di Ibrahimovic. Tonali…”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Milan

Parola a Stefano Pioli.

Diversi sono stati i temi trattati dal tecnico del Milan, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro lo Shamrock Rovers, valida per per il secondo turno preliminare di Europa League ed in programma giovedì 17 settembre al Tallaght Stadium di Dublino (fischio d’inizio alle ore 20). Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Comincia una nuova stagione, c’è emozione. Vogliamo provare a terminare e concretizzare un percorso iniziato l’anno scorso. Vogliamo arrivare ai gironi. Tre settimane di preparazione non sono tante, ma vogliamo farci trovare pronti. Nello sport, così come nella vita, non bisogna sottovalutare nessuno, conosciamo le difficoltà della gara. Loro giocano un calcio moderno, stanno meglio di noi fisicamente e hanno delle buone individualità. Tuttavia, non pensiamo solo alle difficoltà ma anche alle opportunità che abbiamo di giocare in Europa. Abbiamo delle assenze importanti ma chi partirà sarà preparato. L’importante è ripartire dai nostri principi e concetti di gioco, dalla nostra identità. Come costruire e come difendere, poi gli undici che partiranno dall’inizio dipenderà dalle condizioni dei giocatori. Nonostante siano arrivati da poco, anche Tonali, Diaz e Tatarusanu, sanno cosa vogliamo fare. Ho ritrovato la squadra bene mentalmente e questo fa la differenza”, ha spiegato.

OBIETTIVI E MERCATO – “L’Europa è l’habitat naturale per questa società gloriosa, l’obiettivo principale è riportare il Milan in Europa. Mercato? Il nostro mercato è cominciato in anticipo, la società ha dimostrato di dare continuità al percorso iniziato l’anno scorso con i rinnovi di Rebic, Kjaer e Ibrahimovic, poi gli innesti di Tonali, Tatarusanu e Diaz. Il mercato è ancora lungo, ma io e la squadra possiamo solo pensare ai prossimi impegni, il 4 ottobre tireremo le somme. Queste tre settimane di preparazione hanno rafforzato i rapporti, a confrontarci ancora di più per trovare e scegliere la situazione migliore per il Milan. Il Milan ha segnato tanto nelle amichevoli? Dobbiamo continuare ad essere pericolosi, capire quanto sia determinante sfruttare gli spazi ed inserirci con i tempi giusti. Ma la voglia di verticalizzare ed entrare nell’aria deve essere uno sviluppo importante nel nostro gioco”.

DA IBRA A TONALI – “Avrei preferito che Zlatan avesse giocato qualche spezzone delle ultime due amichevoli, ma ha recuperato completamente, è determinato e positivo mentalmente. L’ho ritrovato competitivo e disponibile al massimo. Un punto di riferimento. Tonali è giovane ma maturo e pronto, si vede subito la sua volontà ed è felice di essere qui. Per i tifosi avere un gruppo di ragazzi che sente la responsabilità della maglia, e lo fa con senso di appartenenza e felicità di stare al Milan, è un segnale molto importante. I tifosi possono essere contenti nel vedere una squadra che darà tutto. Come dice spesso Zlatan: giochiamo con fiducia. Donnarumma? Ho fatto i complimenti a Gigio per la sua presenza e per la disponibilità, per come affronta ogni momento qui a Milanello, con voglia e determinazione. La crescita è costante, è maturato molto. Se Colombo può fare il vice Ibra? In Italia siamo strani perchè quando non abbiamo giovani accusiamo la società di non dare spazio ai giovani, poi quando abbiamo i giovani si cercano altri giocatori. Rebic può fare la punta in assenza di Ibra, Leao può giocare da sinistra o seconda punta, Colombo può farsi trovare pronto”, ha concluso Pioli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy