Milan, Mirabelli: “Borini andrebbe elogiato. Bonucci? Grande uomo, l’unico errore…”

Milan, Mirabelli: “Borini andrebbe elogiato. Bonucci? Grande uomo, l’unico errore…”

L’ex ds dei rossoneri ha parlato dell’esterno di centrocampo e dell’ex capitano del club

Parola a Massimiliano Mirabelli.

L’ex ds del Milan, nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di TeleLombardia, ha preso le difese di Fabio Borini, spesso criticato nonostante il suo sacrificio in tutte le zone del campo: “Borini è uno dei calciatori più criticati, lo abbiamo pagato 5 milioni e mezzo in tre anni. Dai milanisti, Borini andrebbe elogiato. Da quando è arrivato, ha rischiato di essere messo a fare brutte figure, ha giocato in tutti i ruoli, gli manca solo di fare il portiere. Visto che non stiamo parlando di Maradona, serve rispetto“.

Su Nathan Bernardes Soares, prelevato dal Cruizero, che ha collezionato solamente 34 minuti con la maglia della Primavera: “Abbiamo preso un calciatore giovanile per tenere il posto da extracomunitario disponibile. Questo ragazzo non è costato un euro, è delle giovanili“.

In seguito un commento su Leonardo Bonucci, grande acquisto della gestione Mirabelli-Fassone, che dopo essersi preso la fascia da capitano ha deciso di tornare sui suoi passi e di trasferirsi nuovamente alla Juventus nel corso della sessione estiva di calciomercato: “Bonucci non è una questione di idee ma di opportunità. Si è verificata questa possibilità ed è stata da prendere al volo. È vero che oggi il tifoso milanista è amareggiato, però vi posso garantire che lui è un grande uomo, ha sempre sputato l’anima per la maglia del Milan. Il grande errore è stato dargli la fascia. Lo ha chiesto lui? Non lo voglio dire, è stata una situazione complicata. Si è sbagliata la gestione, e mi prendo la responsabilità. Oggi, lui paga anche questa cosa della fascia. Giustamente il tifoso milanista si arrabbia. Nella vita, possono accadere delle cose. Il ragazzo aveva una situazione familiare particolare“.

Infine su Riccardo Montolivo: “Non c’è stato niente di che ma non è stata una cosa normale ma non ci siamo stati fatti imporre niente da nessuno. Non ha influito nulla che Lucci fosse il procuratore anche di Montella e Suso“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy