CHAMPIONS LEAGUE

Milan-Liverpool, Pioli si gioca tutto in Champions League. Klopp vara il turnover

Milan

La fase a gironi della Champions League sta per concludersi. Il Milan deve necessariamente battere il Liverpool di Klopp che è orientato a schierare una formazione inedita. Pioli deve sperare in un successo favorevole dell'Atletico Madrid.

Mediagol ⚽️

A cura di Davide Raja

Il Milan si prepara ad affrontare la sfida più importante della sua stagione fino a questo momento: ultima partita della fase a gironi della UEFA Champions League contro il Liverpool che sembra un vero e proprio esame di maturità oltre che un bivio decisivo in chiave qualificazione.

In questo momento la classifica del gruppo B vede i Reds saldamente al comando con ben 15 punti raccolti, ovvero il massimo ottenibile. Dopo il primo posto già assegnato c'è una poltrona per tre con vista sugli ottavi di finale della massima competizione europea per club: Il Porto è attualmente secondo in graduatoria con 5 punti conquistati mentre Milan e Atletico Madrid sono entrambe a quota 4. Potenzialmente, ognuna di queste  squadre potrebbe qualificarsi alla fase ad eliminazione diretta,  essere dirottata in Europa League o finire ultima in classifica come fanalino di coda e quindi fuori dai giochi.

Il Milan, unica squadra italiana del girone, non ha raccolto nemmeno un punto nelle gare d'andata, seppur meritando risultati migliori rispetto al nulla racimolato per la qualità delle prestazioni sciorinate sul rettangolo verde. Dopo un pareggio casalingo contro il Porto, per gli uomini di Pioli è arrivata la vittoria al "Wanda Metropolitano" contro l'Atletico Madrid che ha completamente rimesso in gioco la compagine rossonera.  Il Milan deve decisamente puntare al bottino pieno contro il Liverpool, tenendo al contempo d'occhio il risultato del "Dragao" nella sfida tra la formazione di Conceicao e l'undici di Simeone. Un pareggio o una vittoria in trasferta dell’Atlético Madrid contro il Porto sarebbero esiti ugualmente ben graditi, sempre considerando il non trascurabile e dirimente fattore della differenza reti. Il Milan obbligato a vincere a San Siro, ma se il Porto dovesse portare a casa i tre punti, sarebbe comunque  game over per i rossoneri che a quel punto si dovrebbero accontentare di un ingresso postumo in'Europa League.

Pioli ha già tracciato quella che potrebbe essere la sua formazione tipo anti-Liverpool, optando per il modulo 4-2-3-1.

L'assenza dell'ex Palermo SimonKjaer è assolutamente una tegola pesantissima per il Milan che con ogni probabilità dovrà rinunciare anche all'attaccante Raphael Leao. Il ritorno di Maignan tra i pali rasserena i tifosi rossoneri, il portiere campione di Francia con il Lille sarà la prima scelta di Pioli nel ruolo. In difesa soluzioni quasi obbligate con i due centrali che saranno Tomori e Romagnoli, mentre sulla destra troveremo Kalulu e sulla sinistra il treno Theo Hernandez che in questi giorni ha avuto un lieve raffreddore ma dovrebbe essere della partita. A centrocampo difficile non immaginarsi la coppia composta da Tonali e Kessie. La linea dei tre trequartisti sarà probabilmente formata da Krunic al centro, con Brahim DiazMessias estremi offensivi larghi. In avanti, come unica punta, salgono le quotazioni dell'intramontabile Zlatan Ibrahimovic.

Il Liverpool non ha fame di punti e soprattutto sa già che stasera nessun risultato al mondo potrà scalfire il primo posto nel girone. Jurgen Klopp ha anticipato l'intento di adottare un discreto turnover per la gara di San Siro ma potrebbe comunque puntare su alcuni big in attacco come Mohamed Salah e Sadio Mané. Davanti possibile spazio per  il giapponese Minamino, una "supersub" dei reds che potrebbe trovare il suo riscatto a "San Siro" oppure lasciare il posto al belga Origi. Tanti giovani prospetti scalpitano per una maglia da titolare: Morton, Konaté, Williams e Tsimikas. Nonostante il Liverpool non abbia bisogno di fare punti e stia optando per lo schieramento di una formazione inedita, quanto meno in Champions League,, il Milan non deve assolutamente compiere l'errore di sottovalutare la partita.

Queste le probabili formazioni:

MILAN (4-2-3-1). Maignan, Kalulu, Tomori, Romagnoli, Theo Hernandez; Tonali, Kessie; Krunic, Brahim Diaz, Messias, Ibrahimovic. Allenatore Stefano Pioli.

LIVERPOOL (4-3-3). Alisson, Williams, Gomez, Van Dijk, Tsimikas; Chamberlain, Henderson, Morton; Salah, Origi, Mane. Allenatore: Jurgen Klopp.

tutte le notizie di